Finali Interscolastico 2019

SUMMER SPORT 2019

Summer Sport 2019

Torna il nostro Summer Sport 2019

Il divertimento e lo sport di sempre per tutti i bambini e ragazzi, dai 4 anni in poi

Come ogni estate non può mancare la nostra proposta estiva sportiva per tutti i bambini e ragazzi dai 4 anni in poi.

Dal 10 giugno al 2 agosto le nostre tradizionali attività sportive si uniscono al tradizionale divertimento dell'estate cussina: è il momento del SUMMER SPORT 2019

Periodo: da lunedi 10 giugno a venerdi 2 agosto 2019

Quando: dal lunedi al venerdi, dalle 08.00 alle 13.30

Su richiesta: servizio pulmino e pranzo

Avviso: si ricorda che per poter partecipare all'attività bisogna iscriversi al CUS Unime presentando certificazione medica di idoneità alla pratica dell'attività sportiva non agonistica (sono esonerati i bambini di età compresa da 0 a 6 anni).

I gruppi:
- 1° gruppo: 4/6 anni
- 2° gruppo A: 7/9 anni
- 2° gruppo B: 7/9 anni
- 3° gruppo: 10/11 anni
- 4° gruppo: dai 12 anni in poi

Le tariffe:
- 1 settimana: € 65,00 esterni / € 60,00 dipendenti Unime
- 3 settimane: € 180,00 esterni / € 160,00 dipendenti Unime
- 4 settimane: € 220,00 esterni / € 200,00 dipendenti Unime

Servizio pulmino e pranzo:
- Solo Pranzo tutta la settimana € 35,00 
- Pranzo 2 giorni a scelta nella settimana € 15,00
- Pranzo e pulmino tutta la settimana € 55,00
- Pranzo e pulmino 2 giorni a scelta nella settimana € 25,00

Programma tipo (il programma potrebbe subire delle variazioni in base alle esigenze della struttura. Punto accoglienza presso l'Ex Segreteria CUS):
summer 1
summer 2

summer 3

summer 4

 


Buon inizio CUS ai CNU 2019

Calabrò oro ai CNU 2019

Due ori e un bronzo nelle prime giornate delle fasi finali dei Campionati Nazionale Universitari 2019 

Apprezzabili risultati per la rappresentativa del Cus Unime, nel corso delle prime giornate dei Campionati Nazionali Universitari in corso a L'Aquila, scelta quest'anno come sede per ospitare le fasi finali dell'annuale competizione tra gli studenti delle diverse università italiane.

Due ori, per Carmelo Calabrò nel Pugilato e Vincenzo Iannolino nella Lotta Stile libero, e due bronzi, per Vincenzo Chillé nel Pugilato e Mariano Bucolo nel Taekwondo. Meno fortunata la prestazione della delegazione del Cus Unime nella disciplina del Judo che, negli anni scorsi, aveva regalato parecchie soddisfazioni. Le gare di Atletica Leggera femminile hanno visto il piazzamento di Simona Mangano e Olga Lacopo nel Lancio del peso rispettivamente all'undicesimo e al dodicesimo posto, mentre la Mangano si è piazzata al tredicesimo posto nel gara del Lancio del disco. Nell'Atletica Leggera maschile invece, settimo posto nel Lancio del giavellotto per John Barbarello e undicesimo posto per Riccardo Lavino, il quale ha corso anche i 110 ostacoli piazzandosi al quindicesimo posto.

I CNU proseguiranno per l'intera settimana con in programma le gare di Tennis e Karate che vedranno gareggiare Andrea Buda e Riccardo Runci in singolo e in doppio, e Anastasia Orlando, Rossella Zoccali, Simone Tomasello e Giuseppe Cattafi nel Karate.


Straordinario CUS Unime

CUS Unime Pallanuoto

Straordinario CUS Unime. Alla Cittadella è 10-9 da brividi contro Latina

Al termine di una partita certamente sconsigliata ai deboli di cuore un superlativo Cus Unime supera con il finale di 10-9 la corazzata Latina Pallanuoto, rialzando immediatamente la testa dopo il passo falso di sette giorni fa e facendo esplodere di gioia i tanti appassionati che hanno gremito la Cittadella Sportiva Universitaria. È la vittoria del carattere per gli universitari che, nonostante il parziale compromettente a ridosso della quarta frazione, dimostrano orgoglio e determinazione tali da riuscire a ribaltare il risultato e portare a casa i tre punti.

Succede di tutto alla Piscina di Viale Annunziata. Come da pronostico la partita è bella ed avvincente ed un finale di match praticamente perfetto da parte dei cussino permette ai padroni di casa di regalarsi una vittoria straordinaria per come è stata raggiunta. Il CUS infatti tiene botta un tempo, poi va sotto ed addirittura alla fine della terza frazione si trova indietro di 4 lunghezze rispetto agli ospiti. Uno svantaggio compromettente per l’esito finale della gara se non fosse per un ultimo parziale da bravi da parte degli uomini di Sergio Naccari che poco alla volta riescono a pareggiare i conti con i laziali e, a 3 secondi dalla sirena, trovano il gol partita con una palombo di Cusmano.

Parte bene la squadra di casa che trova il vantaggio a meno di un minuto con Klikovac. La gioia dei messinesi dura poco perchè Goreta trasforma il rigore del pari per Latina e Gianni dopo un minuto sigla il 2-1 ospite che resiste per tutta la prima frazione. A metà secondo tempo Castello segna il 3-1 in superiorità, Klikovac accorcia e Parisi trova anche il pari a 2 minuti dal cambio vasca (3-3). La risposta arriva pronta dagli ospiti che nel giro ddi un minuto prima vanno di nuovo avanti (Di Rocco) e poi, a meno di 30 secondi dall’intervallo lungo, segnano il +2 con Lapenna (3-5).

Il gol prima del cambio vasca è una doccia gelata per i padroni di casa che perdono il bandolo della matassa e subiscono altri 3 gol in successione (Falco, Gianni e Lapenna) che valgono addirittura il +5 per Latina (3-8). Russo e Ambrosini cercano di scuotere i gialloblu ma ancora Lapenna riesce a riportare sul +4 gli ospiti prima della terza sirena (5-9). Lo svantaggio sembra essere tale da compromettere irrimediabilmente l’esito della partita ma, a questo punto, arriva la reazione d’orgoglio del CUS che si rende protagonista di un autentico capolavoro e con un break di 5-0 si regala una splendida vittoria nel finale. Dopo 2 minuti dall’inizio della frazione Parisi e Cusmano in rapida successione realizzano il momentaneo -2 per i cussini. La squadra di casa ci crede e, sospinta dal caldissimo tifo del pubblico di casa, trova la rete del -1 con Klikovac in superiorità e, a 2 minuti dalla conclusione, la rete del meritato pari con Cusmano. Gli ultimi due minuti sono da brividi. Ogni azione lascia con il fiato sospeso i tifosi in tribuna fino a quando, a 3 secondi dalla conclusione, il CUS riesce a condurre magistralmente una controfuga con Cusmano che gela il portiere ospite con una palombo che vale il sorpasso e la vittoria finale per il Cus Unime.

Cus Unime - Latina Pallanuoto: 10-9 (1-2, 2-3, 2-4, 5-0)

Cus Unime: Spampinato, Russo 1, Savoca, Steardo, Provenzale, Condemi, Cusmano 3, Giacoppo, Ambrosini 1, Sacco, Klikovac 3, Parisi 2, Spizzica.

Latina Pallanuoto: Cappuccio, Tulli, de Bonis, Gorets 1, Gianni 2, Falco 1, Castello 1, Lapenna 3, Priori, Di Rocco 1, Giugliano, Marini.


Domani big match

CUS Unime Pallanuoto

Domani CUS di nuovo alla Cittadella. Big match contro Latina e obiettivo vittoria

Con il chiaro obiettivo di tornare subito alla vittoria davanti ai propri tifosi il CUS Unime domani, con inizio alle ore 15.00, scenderà in acqua alla Cittadella Sportiva Universitaria per la terzultima di regular season contro il Latina Pallanuoto, altro big match che come l’ultima uscita stagionale anche questa volta avrà i riflettori puntati di da parte di mezz’Italia perchè mette in palio punti importanti.

Motivazioni opposte per le due compagini in acqua unite, comunque, dall’obiettivo comune di tornare subito alla vittoria. Per i messinesi, al di là dei punti in palio che potrebbero alimentare sino alla fine la difficile speranza di ottenere un posto ai playoff, conta soprattutto ritrovare il feeling con la vittoria e riscattarsi immediatamente dal passo falso commesso contro il Pescara, per far gioire i tantissimi tifosi che certamente anche domani gremiranno le tribune dell’Impianto di Viale Annunziata. Dall’altro lato un Latina che arriva in riva allo Stretto determinata a vendicare la sconfitta subita all’andata (nella piscina laziale superba vittoria di misura da parte dei ragazzi allenati da mister Naccari) e l’obiettivo anche di ritornare a vincere dopo la bruciante sconfitta subito nell’ultima giornata per mano del Telimar Palermo, che ha permesso alle dirette inseguitrici delle laziali (Pescara, Telimar e Roma Vis Nova) di avvicinarsi pericolosamente e di ravvivare ulteriormente la lotta in vetta alla classifica, dove raccolte in un fazzoletto di punti 4 squadre si contendono 3 posti per l’accesso ai playoff. Qualche lunghezza dietro il CUS che, avendo raggiunto l’obiettivo stagionale della salvezza con largo anticipo, si gioca tutte le partite puntando a regalarsi ancora qualche soddisfazione e chiudere la sua prima storica avventura in Serie A2 più in alto possibile.


Obiettivo: tornare a vincere

CUS Unime Pallanuoto

Il Cus Unime di nuovo alla Cittadella con l’obiettivo di tornare a vincere

Torna davanti a propri tifosi il Cus Unime e lo fa con un altro match di altissima classifica. Smaltita la delusione per lo stop subito nell’ultimo turno per mano della corazzata Pescara, un altro big match attende i tifosi gialloblu che, come al solito, si prevede che gremiranno le tribune dell’Impianto Universitario per spingere i ragazzi allenati da Mister Naccari a ritrovare immediatamente la vittoria contro il Latina.

Nell’ultimo turno non sono mancati risultati a sorpresa e conseguenti scosso nella parte altissima della classifica. Fa clamore, su tutti, il risultato a sorpresa in casa di laziali, dove il Telimar si è imposto con un 8-11 finale ed ha guadagnato terreno nei confronti della vetta della classifica (adesso Latina e Pescara, rispettivamente seconda e terza forza di questo girone, sono lontane solamente 1 e 2 lunghezze) ma, soprattutto, ha ottenuto punti importantissimi per il quarto posto, minacciato ancora fortemente dalla Roma Vis Nova, lontana una sola lunghezza, ma con diversi punti di vantaggio sull’outsider Cus Unime, dopo la sconfitta con il Pescara dietro di 5 rispetto ai palermitani.

A questo punto della stagione, a tre turni dalla fine della regular season (più il recupero previsto per mercoledì 15 maggio), vietato fare calcoli per il Cus Unime che, al netto di uno stoico primo campionato in A2 che rimane comunque straordinaria per il percorso ed i traguardi ottenuti, ha come obiettivo principale quello di rialzare subito la testa e trovare la vittoria davanti ai propri tifosi.

Anche questo sabato, dunque, il match è di cartello e l’avversario è di quelli di prim’ordine, uno squadrone costruito con l’obiettivo di puntare al salto di categoria. Spettacolo garantito che, certamente, tutti gli appassionati non vorranno perdersi.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833