Sempre più fitness

LA IABF a Messina per promuovere nuove iniziative

IABF allo Stadio del Baseball Primo Nebiolo

I rappresentanti della Italian American Baseball Foundation (IABF) in visita al Cus Unime. Vagliate importanti opportunità

Ci sono voluti ben due anni per convincere Joe Quagliano, Presidente della Italian American Baseball foundantion (IABF), affinché venisse a Messina, con il beneplacito della FIBS, per visitare gli impianti sportivi della Cittadella Universitaria ma soprattutto il rinato Stadio del Baseball Primo Nebiolo che sempre più sta diventando punto di riferimento del baseball nazionale ed internazionale. Con lui anche il segretario della IABF Mark Cardillo e l’ex giocatore degli Yankees di Major League Baseball, campione delle World Series 1991 con i Minnesota Twins, Mike Pagliaruolo.

Mark Cardillo già conosceva Messina perché tutta la sua famiglia era originaria di Montalbano Elicona e per aver militato nel campionato italiano per diversi anni tra Milano e Firenze, avendo disputato alcune partite proprio al Nebiolo quando il CUS militava in serie A.

Dopo un brevissimo tour della città, passando dal belvedere di Cristo Re, dal Duomo e dalla Chiesa dei Catalani, sono rimasti inaspettatamente meravigliati ed estasiati dalla monumentale fontana dì Orione e dalla maestosità del Duomo. Ad accoglierli nel loro tour è stato il Delegato allo sport dell’Università di Messina, Prof. Daniele Bruschetta, per i saluti di rito. A seguire, ad attenderli al campo da baseball, i tecnici ed i trenta ragazzi dei vivai delle uniche due società di baseball rimaste in città per lo stage condotto appunto da Mike Pagliaruolo e Mark Cardillo.

Con il Presidente della IABF Joe Quagliano invece si è discusso delle potenzialità offerte dalla organizzazione del CUS e della dotazione di Impianti sportivi che potrebbero fare divenire Messina un punto di riferimento per molte organizzazioni sportive americane, non solo legate al baseball ma anche per altri sport ed altri interessi, soprattutto per quello che concerne l’offerta formativa universitaria. Si è discusso sulla possibilità di offrire come Università stage per l’approfondimento ed il perfezionamento della lingua ai tanti italiani in America che intendono riappropriarsi dell’idioma dei loro genitori ma anche di direzionare ragazzi Italo-Americani ad alcuni corsi di studi universitari, su tutti logicamente il corso di laurea in scienze motorie sportive e della salute.

Dall’altro lato, invece, si é prospettata la possibilità di divenire un punto di riferimento per i nostri ragazzi che, dopo opportuna selezione ed apprendimento della lingua inglese, intendano giocare il Baseball studiando all’interno di college americani. La IABF ha relazioni anche con gli uffici centrali della MLB e, nonostante sia molto complicato un impegno da parte di MLB in territorio europeo ed italiano, i rappresentanti della IABF intendono comunque farsi da ambasciatori per far conoscere la Cittadella, con tutta la dotazione di impianti sportivi, a quella che è considerata tra le organizzazioni sportive più importanti al mondo.


La nostra Festa

Festa dell'Atleta 2019

Numeri importanti e tanto entusiasmo per la seconda edizione della Festa dell’Atleta CUS Unime

Una vera e propria festa di sport quella che lunedì scorso il CUS Unime ha organizzato presso l’Anfiteatro della Cittadella Sportiva Universitaria per premiare i propri atleti, celebrare i risultati più importanti e condividere con tutta la grande famiglia sportiva gialloblù un’altra stagione dai numeri e traguardi importanti.

“Abbiamo costruito nel quadriennio appena trascorso un movimento decisamente importante per la nostra città - queste le parole di Nino Micali, Presidente del CUS Unime - dal punto di vista delle strutture, con il continuo supporto dell’Università di Messina, abbiamo trasformato la Cittadella Sportiva ed il Complesso Sportivo Nebiolo in una vera e propria oasi per le migliaia di sportivi che frequentano i nostri Impianti ogni giorno. Ma è soprattutto dal punto di vista sportivo che possiamo essere realmente fieri di quella che abbiamo realizzato. Ad oggi sono oltre 6000 gli iscritti al Cus che a vario titolo frequentano le nostre attività, senza limiti di età e di livello, dando spazio anche ad anziani ed a tanti giovani migranti che con le nostre attività sportive trovano una corretta valvola di sfogo. Abbiamo superato il migliaio di iscritti alle nostre scuole sportive, producendo attività agonistica che continua a regalarci tante soddisfazioni in termini di risultati in giro per l’Itala. In ultimo, solo in ordine di tempo, abbiamo dato lo spazio che meritano anche ai diversamente abili, dedicando loro delle attività sportive con il nuovo settore Special Needs. Un grazie a tutti coloro che ogni giorno si spendono per migliorare questa complessa macchina che è il Cus Unime e, infine, un grazie in particolare a tutti gli atleti che contribuiscono a portare in alto i colori del Centro Universitario Sportivo”.

Fa eco alle persone di Micali anche il Salvatore Cuzzocrea, Rettore dell’Università di Messina: “Il CUS, con tutto quello che sviluppa in termini sportivi e di aggregazione sociale ormai è diventata un realtà consolidata nel panorama cittadino e non solo. Noi, come Università, siamo stati e saremo sempre a fianco del CUS perché è una risorsa importante per il mondo accademico e per la città di Messina, una risorse che abbraccia e dà sfogo a migliaia di persone, giovani e meno giovani. Anche in questa stagione il CUS ha continuato a crescere raggiungendo risultati sempre migliori e questo non può che renderci soddisfatti del percorso virtuoso che il Centro Universitario Sportivo affiancato dall’Università abbiamo messo in piedi”.

Durante la cerimonia al termine delle premiazioni dei diversi settori è stato dato spazio alla proiezione del video istituzionale Cus Unime che ripercorre la stagione ormai agli sgoccioli, seguita da una relazione sintetica dei quattro anni di attività e da un video riguardante il settore Special Needs. In conclusione spazio alla prestazione esplosiva delle ragazze della Ginnastica Artistica e la chiusura con i fuochi d’artificio che hanno illuminato il cielo dell’Anfiteatro chiudendo la seconda edizione di una magnifica Festa dell’Atleta Cus Unime.


Super Giorgia!

Super Giorgia!

calendar.pngNUOTO

Giorgia Iaria

Superlativa Giorgia Iaria. La cussina seconda assoluta nei 100 stile al Trofeo delle Regioni

Ennesimo exploit dell’atleta cussina Giorgia Iaria che ancora una volta si rende protagonista di una prestazione superlativa e regala emozioni e soddisfazione a tutto lo Staff gialloblu, portando in alto il nome del Cus Unime e dell’intera Città di Messina a livello nazionale.

Se in altre occasioni, infatti, Giorgia aveva regalato prove eccellenti a livello regionale, conquistando titoli siciliani e battendo svariati record, questa volta il palcoscenico che incorona l’atleta di casa CUS è ben più importante, trattandosi del Trofeo delle Regioni svoltosi nello scorso weekend a Torre del Faro Scanzano Jonico, dove è stata accompagnata dal Tecnico del team universitario Simone Zappia.

Tra i 10 atleti selezionati (5 ragazzi e 5 ragazze) dal Comitato Regionale Sicilia della Federazione Italiana Nuoto la Iaria è stata convocata per le gare dei 100 farfalla e del 100 stile.

Prestazione eccellente nei 100 farfalla, gara nella quale la messinese ha migliorata il tempo personale scendendo dal tempo di iscrizione di 1.13,33 a 1.10,24. Ma il vero exploit arriva nei 100 stile libero dove, partita con il sesto tempo, Giorgia sfodera una prestazione da urlo sbaragliando la concorrenza (sono ben 20 le delegazioni che hanno preso parte alla kermesse) e chiudendo al secondo posto assoluto, un risultato di incredibile importanza arricchito anche dal crono di 1.02.23 che vale il nuovo record siciliano (in precedenza realizzato nel 2010 da Sofia Scirè Campisi).

Enorme, dunque, la soddisfazione di tutto lo Staff cussino per un risultato che, oltre a testimoniare ancora una volta le grandi qualità di questa giovane atleta, premia gli sforzi quotidiano realizzati a bordo vasca dal team gialloblu, un attento ed intenso lavoro di programmazione ed attenta analisi che, ancora una volta, porta a risultati eccellenti con Giorgia ma che, nel complesso, sta portando ottimi riscontri a tutto il gruppo di nuotatori del Cus Unime.

Dal CUS i migliori complimenti a Giorgia Iaria per questo ennesimo importantissimo risultato, con l’augurio di ottenerne ancora tantissimi altri.


Bilancio positivo

CUS Unime Pallanuoto Under 17

Bilancio positivo per il Cus Unime alle semifinali nazional Under 17/B di pallanuoto

Cala il sipario sulla stagione 2018/2019 per gli Under 17 del Cus Unime che, con le semifinali nazionali di Categoria Under 17B, disputate domenica 23 e lunedì 24 giugno a Santa Maria Capua Vetere, concludono un’annata sicuramente più che positiva.

Il primo appuntamento della due giorni di partite per il Cus Unime è lo spareggio per accedere all’ambita final four. /-3 il finale con il quale i cussini domenica mattina liquidano il Club Acquatico Pescara e strappano il pass per la fase che conta. Partita sempre a favore dei cussini che conducono in maniera decisa e già al cambio vasca sono avanti 5-0, per poi controllare l’incontro sino alla sirena finale. A segno per i gialloblu Di Caro (tripletta), Giglio, Prestipino, Currò e Savoca.

Comincia invece con una rotonda sconfitta il primo incontro di final four per i ragazzi allenati da Mister Francesco Naccari. Contro il Nantes Club Vomero la partita rimane in bilico solo per i primi due tempi (2-1 per i padroni di casa, rete messinese di Di Caro), prima che i forti partenopei prendano il largo e si impongano con un rotondo 10-1.

Lunedì mattina prima vittoria per il CUS, con Urbano e compagni che superano con un 8-4 finale la Blu Gallery San Severino Marche. Le due squadre giocano con il freno a mano tirato la prima metà di gara (1-1) ma dal terzo quarto in poi Di Mauro para tutto e con 4 reti in successione i messinesi costruiscono il vantaggio utile alla Vittoria finale. A referto 2 volte Savoca, Prestipino e Di Caro, 1 gol a testa per Rappazzo e D’Angelo.

Le esigue speranze di accedere alla finale eight scudetto, però, per i cussini si infrangono contro la Roma Waterpolo che, nell’ultima partita della poule si impone con un rotondo 9-3 (per il CUS in gol due volte DI Caro e rete di Currò).

“Siamo soddisfatti del percorso intrapreso durante questa stagione agonistica - queste le parole di Mister Francesco Naccari - non immaginavamo di poter raggiungere le semifinali nazionali ma il duro lavoro dei ragazzi è stato premiato con il giusto merito. Queste quattro partite sono state giocate al meglio da tutta la rosa, e per un attimo abbiamo anche creduto nella qualificazione alla finale scudetto. Questo non deve essere un traguardo ma un punto d’inizio per tutto il movimento e da stimolo per i ragazzi. Già qualcuno di loro è aggregato alla prima squadra e contiamo di inserire sempre nuove leve dal nostro settore giovanile”.

Risultati semifinali nazionali under17/B

Spareggio CusUnime-Club Acquatico Pescara :7-3

Seminali 1 giornata

Roma Waterpolo- Blu Gallery :7-4

CusUnime- NC Vomero: 1- 10

2 giornata

NC Vomero-Roma Waterpolo: 5-7

Blu Gallery- CusUnime: 4-8

3 giornata

Roma Waterpolo- CusUnime: 9-3

Blu Gallery- NC Vomero: 5-10

Classifica finale

Roma Waterpolo 9 punti

NC Vomero 6 punti

CusUnime 3 punti

Blu Gallery 0 punti


Due cussini al Torneo delle Regioni FIBS

CUS Unime - Bonina e Di Pietro

I cussini Bonina e Di Pietro al XVIII Torneo delle Regioni della FIBS

Anche il Cus Unime sarà rappresentato nelle Marche dove, dal 20 fino al 23 giugno è in programma la diciottesima edizione del Torneo delle Regioni organizzato dalla Federazione Italiana Baseball e Softball. Toccherà ai due classe 2006 Andrea Bonina e Paolo Di Pietro, seguiti durante la stagione dal Manager Alessandro Badolato, portare in alto la bandiera del sodalizio universitario prendendo parte alla Rappresentativa Siciliana di categoria Under 15.

Ben 46 le squadre coinvolte al via, divise tra le diverse categorie, che si daranno battaglia nelle diverse sedi interessate dalla manifestazione: Cupramonta (categoria Little League Softball), Montegranaro (Little League Baseball), Pesaro e Fano (Junior League Baseball), Macerata (Senior League Baseball e Junior League Softball), Porto Sant’Elpidio (Junior League Softball), Potenza Picena (Senior League Baseball).

Un riconoscimento di grande importanza per i due atleti cussini cresciuti enormemente durante questa stagione grazie anche all’intenso e proficuo lavoro realizzato all’interno dell’Accademia Federale Residenziale di Baseball Siciliana che si è svolta nei fine settimana per diversi mesi tra gli impianti Sportivi di Cittadella Sportiva Universitaria e Complesso Sportivo Primo Nebiolo. Un percorso lungo che ha portato i due atleti del sodalizio universitario a confrontarsi con atleti di età ed esperienza maggiore ma che, alla fine, ha portato sicuramente dei riconoscimenti molto soddisfacenti sia in termini di risultati nei campionati di categoria ai quali partecipano (Under 15 e di supporto anche Under 12) sia con l’importante convocazione nella Rappresentativa Siciliana, ulteriore momento di stimolo e confronto per i due giovani atleti cussini. Un percorso che i due atleti gialloblu hanno potuto svolgere al meglio grazie all’attività svolta sul diamante del rinnovato Stadio del Baseball Primo Nebiolo, un vanto per il Cus Unime e fiore all’occhiello dell’intero movimento del baseball della nostra Isola.

Il Cus Unime, da sempre attento alla formazione costante ed alla crescita dei giovanissimi, rivolge un enorme in bocca al lupo ad Andrea e Paolo, con la speranza che tengano alto il nome del Cus Unime e dell’intera Regione Sicilia.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833