Sempre più fitness

Ab-bracciata collettiva

Abbracciata collettiva

Ateneo e CUS UniMe scendono in acqua per “Ab-bracciata collettiva”

L’Università di Messina e il CUS UniMe scendono in acqua insieme per dare il proprio significativo contributo all'iniziativa di sensibilizzazione sociale all'autismo ed ai disturbi mentali gravi che si terrà, sabato 30 e domenica 31marzo,presso la piscina comunale "G. Campagna". L'evento, denominato "Ab-bracciata collettiva", è una maratona competitiva no-stop che coinvolgerà in contemporanea 12 località italiane. Vincerà la città nella quale saranno stati nuotati più chilometri dai partecipanti, nelle 30 ore previste.

Inclusione e beneficenza saranno gli ingredienti di una manifestazione in cui gli studenti, gli atleti, e il personale tutto, daranno prova dell’impegno dell’Università e del CUS, ritrovandosi nella Piscina Comunale, sabato 30 dalle ore23:00 fino a notte fonda, assieme a chiunque (amici, parenti, …) senta di voler promuovere la cultura inclusiva.

Il settore Special Needs del CUS UniMe scende in acquadomenica 31, dalle 11:00 alle 13:00, per promuovere la cultura dello sport nel mondo della disabilità, sostenuti da tutti coloro che collaborano al progetto, o anche solo ci credono, speriamo siano numerosi.

Puoi contribuire in due modi

  • Sul fronte della beneficenza, passando dalla piscina comunale quando preferisci, dalle 07:30 disabato 30 alle 13:30 didomenica 31. La somma raccolta grazie alla beneficenza dei messinesi sarà devoluta interamente alle famiglie che non hanno le condizioni economiche per sostenere le spese delle terapie dei propri figli, per garantire ai ragazzi la Terapia Multisistemica in Acqua (TMA metodo Caputo-Ippolito).
  • Sul fronte dell’inclusione, nuotando o anche solo galleggiando in corsia, per almeno 15 minuti; più siamo e più nuotiamo, migliore sarà il risultato di Messina nella competizione con le altre città.

Come partecipare?

Gli studenti e il personale dell’Università e del CUS, che non sono iscritti al CUS UniMe, e vogliono entrare in piscina negli orari riservati all'Università e al CUS-UniMe (sabato 30, dalle ore 23:00 edomenica 31 dalle 11:00 alle 13:00), devono comunicare la propria adesione, via e-mail all'indirizzoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con Oggetto: ab-bracciata collettiva, indicando nome e cognome dei partecipanti (amici, parenti, …) e allegando ildocumento d’identità e ilcertificato medico di ciascuno. Sarà anche possibile presentarsi direttamente in piscina, ed esibire il certificato medico o firmare una liberatoria sollevando la piscina da ogni responsabilità, ma in questo caso l’organizzazione non garantisce sui tempi di attesa per l’ingresso in acqua.

Gli studenti e il personale dell’Università con disabilità sono pregati di contattarci, via e-mail all'indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con Oggetto: ab-bracciata collettiva, per verificare preventivamente l’accessibilità alla struttura.


Successo a Crotone

CUS Unime pallanuoto

Il Cus Unime non si ferma più. Vittoria a Crotone e terzo successo consecutivo

Ancora vittoria per il Cus Unime che, in quel di Crotone, centra il terzo successo consecutivo e rimane saldamente agganciata al treno delle grandi in corsa verso i playoff, archiviando una volta per tutte la pratica salvezza. Il 12-11 finale con il quale la squadra gialloblu si aggiudica l’incontro sta un pò stretto ai messinesi, protagonisti di un match giocato con autorità in una vasca tradizionalmente molto ostica e contro una compagine dalle grandi individualità. I cussini hanno il merito di chiudere la pratica Crotone praticamente a cavallo tra secondo e terzo parziale, quando Cusmano e compagni scappano via sino al +5. Poi un tanto pericoloso quanto fisiologico calo di tensione nell’ultimo parziale che permette ai padroni di casa di avvicinarsi ai messinesi che, comunque, riescono a trovare la vittoria seppur con qualche sofferenza di troppo.

Subito avanti la formazione ospite che meno di un minuto dopo il primo scatto per la palla trova il vantaggio con Klikovac. Passa pochissimo, però, e il Crotone imprime una prima sferzata alla partita andando prima a pareggiare con Marcoch (autore di una tripletta a fine partita) qualche secondo dopo il momentaneo vantaggio ospite, poi a piazzare anche una doppietta in successione (Spadafora su rigore e Perez). La partita è più viva che mai: la formazione di casa, galvanizzata dal doppio vantaggio, preme con decisione sull’acceleratore ma i cussini con grande determinazione e veemenza rimettono immediatamente le cose in chiaro e tra metà del primo tempo e metà del secondo parziale piazzano un perentorio 4-0 che vale il controsorpasso e stordisce gli ospiti. Apre le danze Klikovac, seguito a ruota da Cusmano (tre reti oggi per il mancino); sorpasso firmato da Parisi che in superiorità numerica riporta avanti i suoi a meno di un minuto dal primo intervallo e che replica anche a pochi minuti dall’inizio del secondo parziale per il momentaneo +2 ospite. Morrone prova ad arginare i messinesi ma prima Sacco su uomo in più e poi un’incontenibile Klikovac (top scorer di giornata con quattro reti) portano sul +3 gli universitari al cambio vasca.

E la musica non cambia neanche dopo l’intervallo lungo: il CUS gioca in scioltezza e ci mette poco a trovare la rete che vale il +5 con Condemi e Provenzale. Bisogna superare il quinto minuto dall’inizio della terza frazione per la reazione degli ospiti, in gol con Marcoch, riportati subito a distanza dalla nuova rete di Klikovac. Ci provano allora in rapida successione Spadafora e l’ex Aiello ma a 30 secondi dall’ultimo intervallo Cusmano trasforma il rigore che vale il + 4 per il CUS. A partita praticamente chiusa i messinesi hanno la colpa di rilassarsi oltre misura e permettere alla squadra di casa di tentare una reazione che, però, alla fine non porta i risultati sperati. Marcoch ad inizio periodo accorcia ma gli risponde Cusmano (+4). Sarà l’ultimo sigillo del Cus Unime perchè da qui alla fine saranno gli ospiti ad andare a segno per 3 volte (Perez, Spadafora e Aiello), reti utili solamente a rendere meno amara la sconfitta per i padroni di casa.

“Abbiamo meritato la vittoria - Questo il commento a fine incontro del Mister gialloblu Sergio Naccari - Purtroppo abbiamo subito un netto calo psicologico ad un certo punto della gara dovuto al fatto che avevamo praticamente la vittoria in tasca e di questo ovviamente non ne siamo contenti. Era una partita difficilissima perché giocata contro una squadra composta da grandissimi campioni visto gli ingentissimi sforzi fatti la scorsa estate dal Crotone che per portare giocatori del calibro di Perez, Baraldi, Marcoch e Conti. Spese importantissime in un campionato come quello della Serie A2. Detto questo abbiamo fatto una bellissima gara e, senza quelle distrazioni finali avremmo chiuso con un vantaggio più rotondo ampiamente meritato”.

Rari Nantes Crotone - Cus Unime: 11-12 (3-4, 1-3, 3-4, 4-1)

Rari Nantes Crotone: Conti, Perez 2, Amatruda, Arcuri, Aiello 2, Namar, Candigliota, Morrone 1, Spadafora 3, Graziano, Marcoch 3, Latanza, Sibilla.

Cus Unime: Spampinato, Russo, Maiolino, Steardo, Provenzale 1, Condemi 1, Cusmano 3, Giacoppo, Ambrosini, Sacco 1, Klikovac 4, Parisi 2, Spizzica.


CUS Unime a Crotone

CUS Unime - Sergio Naccari

Cus Unime a Crotone per rimanere tra le grandi Trasferta insidiosa per il Cus Unime che domani sarà di scena a Crotone per l’incontro numero 14 del campionato di Serie A2, terza del girone di ritorno. Impegno tutt’altro che agevole per la formazione universitaria che, nonostante i tanti punti di distacco dalla formazione calabrese (ben 17), avrà sicuramente da faticare per avere la meglio su Perez e compagni, attualmente fermi a quota 7 punti insieme a Cesport e Muri Antichi, una sola lunghezza avanti rispetto al fanalino di coda Rari Nantes Arechi. Se da un lato, dunque, Crotone è alla disperata ricerca di punti che possano dare uno scossone ad ambiente e classifica, il CUS affronta la trasferta calabrese con la determinazione e l’obiettivo di trovare una vittoria che significherebbe chiudere una volta per tutte il discorso salvezza e concentrarsi con serenità ed entusiasmo verso un nuovo ed ancora più entusiasmante obiettivo chiamato playoff, con l’attenzione rivolta anche ad altri due incontri di giornata molto importanti per la parte alta della classifica, Roma Vis Nova contro Latina e Pescara contro Roma 2007 Arvalia. Al di là degli altri incroci di giornata e delle ambizioni cussine, però, prima di tutto attenzione massima all’incontro calabrese, come predica il mister gialloblu Sergio Naccari: “Sarà un ennesimo banco di prova contro una squadra in grave difficoltà ed in un ambiente molto caldo. Quella di Crotone è una piscina storicamente complessa e con tanti tifosi quindi dovremo essere bravi a pareggiare la loro voglia di vittoria e soprattutto a far valere quella che è una classifica nettamente a nostro favore e che testimonia la nostra certa superiorità. Con la vittoria di domani e l’eventuale vittoria di sabato prossimo contro i Muri Antichi metteremo un punto realmente importante per la permanenza in serie A2 anche nella prossima stagione e pensare realmente alla classifica che guarda ai playoff. Noi intanto pensiamo partita dopo partita e già da domani scenderemo in acqua per fare bottino pieno”.


Novità "Tai-Chi"

Al via un'altra bella novità al CUS Unime, tutta in via promozionale!!!*
Un ciclo di 5 lezioni, che si terranno il sabato mattina, dalle 09.30 alle 11.00, presso lo Stadio del Baseball Primo Nebiolo.

Le lezioni, tenute dal Maestro Nicolò Scuderi, si svolgeranno secondo il calendario che segue:

- Aprile: 6, 13, 20, 17
- Maggio: 4

*Attenzione: l'attività sarà totalmente gratuita. Per poter partecipare è comunque necessario iscriversi al CUS Unime e presentare idonea certificazione medica

 


Puntiamo ai PlayOff!

Raffaele Cusmano - CUS Unime Pallanuoto

Cus Unime a lavoro per la trasferta di Crotone. Cusmano: Abbiamo i mezzi per puntare ai playoff

Dopo la bella ed emozionante vittoria dell’ultimo turno di Serie A2 in casa Cus Unime si lavora duramente per preparare la trasferta calabrese in casa del Crotone, un altro importante impegno che potrebbe chiudere definitivamente la pratica salvezza per la formazione universitaria.

I tre punti conquistati sabato scorso alla cittadella hanno dato ulteriore grinta alla compagine gialloblu: il 4-3 finale ha dato testimonianza di una squadra in forma e combattiva, capace di giocarsela anche con team sulla carta più blasonati. Nell’ultimo turno, inoltre, la prevedibile battuta d’arresto del Pescara in casa della capolista Salerno ha permesso ai messinesi di agganciare in classifica proprio gli abruzzesi a quota 24 punti, solamente una sola lunghezza dietro rispetto al quarto posto (ultima piazza utile per i palyoff) attualmente occupato dalla Roma 2007 Arvalia che ha vinto 14-10 in casa della Cesport.

Il sogno playoff, dunque, ormai è veramente alla portata dei cussini che già dal prossimo impegno potrebbero avvicinarlo ulteriormente. Vincere in casa del Crotone vorrebbe dire chiudere definitivamente la pratica salvezza (con ben 20 punti di distacco rispetto alla quartultima della classe) ma l’attenzione del CUS è tutta per altri due incroci del prossimo turno: lo scontro tra Roma Vis Nova e Latina, ed il match tra Pescara e Roma 2007 Arvalia.

Da qui alla fine della regular season il percorso è ancora molto lungo ma, a questo punto, sognare non sembra più vietato, come evidenziato dal mancino Raffaele Cusmano, che guarda con determinazione ai playoff: “Da matricola abbiamo fatto un percorso più che soddisfacente ma analizzando qualità ed ampiezza della rosa quantomeno noi giocatori non siamo sorpresi dell’andamento della squadra e, anzi, ci avrebbe stupito il contrario. Le qualità individuali della squadra sono importantissime quindi quello dei playoff rimane un sogno ma sappiamo di avere i mezzi per poterlo raggiungere. Arriviamo alla terza di ritorno in maniera diversa rispetto all’andata con 6 punti nelle prime due giornate e soprattutto la vittoria importante contro la Roma Vis Nova. A Crotone sarà una battaglia: tutte le partite, soprattutto quelle lontano dalla Cittadella, saranno difficili e sicuramente loro daranno tutto per fare 3 punti credo quasi insperati ma che per loro sarebbero importantissimi avendo solo 7 punti in classifica”.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833