Brigandì in partenza per il Giappone

Ripartiamo con il Baseball/Softball

CUS Unime baseball

Il Cus Unime pronto ad una nuova stagione. Si riparte dai giovanissimi e da uno Staff ancora più completo

È pronto a tornare in campo il Cus Unime che, da lunedì 23 settembre, riprenderà ufficialmente l’attività di baseball e softball con delle giornate di prova libera che si terranno allo Stadio del baseball Primo Nebiolo (lunedì 23, mercoledì 25 e venerdì 27 settembre, dalle 16.00 alle 17.30).

Per la stagione sportiva alle porte il CUS punta forte sulla crescita dei giovanissimi, continuando sul solco tracciato in maniera positiva nella scorsa stagione quando la crescita del progetto cussino è stata confermata da alcuni risultati importanti, come la convocazione di Joana Magtibay e Christian Raffa per rappresentare la Sicilia Under 12 al 43° Torneo Giovanile di Baseball “Memorial Paolo Bruni” (Collecchio - PR - dall’8 all’11 giugno) e come quella di Marta Occhiuzzo con la Rappresentativa Sicilia di Junior League Softball al Torneo Giovanile di Softball Trofeo “Piccolo Colle” (Collecchio) e Paolo Di Pietro ed Andrea Bonina, convocati nella Rappresentativa Sicilia Junior League Baseball al Trofeo delle Regioni 2019 (Pesaro, dal 21 al 23 giugno).

Per la prossima stagione l’obiettivo, dunque, è quello di continuare a puntare fortemente alla crescita di tutto il settore giovanile, che sarà impegnato nelle attività Under 12 (dai 7 anni in su), Under 15 ed attività motoria di base.

Importanti, in questo senso, saranno gli innesti che completeranno il quadro tecnico del settore baseball/softball cussino. Il Manager Pippo Giuffrida, che ha guidato magistralmente i Seniores della Serie C, ed il Manager delle giovanili Alessandro Badolato saranno affiancati dai veterani Davide Urso e Placido Bonanno, che arricchiranno con la loro grande esperienza di campo le nuove leve. Coinvolta più attivamente a 360° Alessandra Foti, già Manager dell’under 12 nella scorsa stagione, mentre Giovanni Urbino e Chicca Marsala cureranno l’inserimento dei giovanissimi e delle ragazze al softball avvalendosi anche della collaborazione di Lucia Denaro, alla quale è affidata la gestione del Torneo Interscolastico di Baseball e Softball 2019/2020, nell’ottica dell’ormai consolidata attività collaborazione tra il Cus Unime ed alcuni Istituti Scolastici cittadini curata dal prof. Carmelo Quagliata. A completare lo Staff Daniele Certo, dottore in Scienze Motorie, al quale è affidata l’Attività Motoria di base per i più piccoli dai 4 ai 6 anni, coadiuvato dal giovanissimo Tecnico federale Edoardo Quagliata. Tutto lo Staff tecnico anche per questa stagione sarà coordinato dalla Dott.ssa Libera Gullotta, già Responsabile anche della Commissione Organizzazione gare della FIBS per il Campionato Nazionale di Serie C.


LA IABF a Messina per promuovere nuove iniziative

IABF allo Stadio del Baseball Primo Nebiolo

I rappresentanti della Italian American Baseball Foundation (IABF) in visita al Cus Unime. Vagliate importanti opportunità

Ci sono voluti ben due anni per convincere Joe Quagliano, Presidente della Italian American Baseball foundantion (IABF), affinché venisse a Messina, con il beneplacito della FIBS, per visitare gli impianti sportivi della Cittadella Universitaria ma soprattutto il rinato Stadio del Baseball Primo Nebiolo che sempre più sta diventando punto di riferimento del baseball nazionale ed internazionale. Con lui anche il segretario della IABF Mark Cardillo e l’ex giocatore degli Yankees di Major League Baseball, campione delle World Series 1991 con i Minnesota Twins, Mike Pagliaruolo.

Mark Cardillo già conosceva Messina perché tutta la sua famiglia era originaria di Montalbano Elicona e per aver militato nel campionato italiano per diversi anni tra Milano e Firenze, avendo disputato alcune partite proprio al Nebiolo quando il CUS militava in serie A.

Dopo un brevissimo tour della città, passando dal belvedere di Cristo Re, dal Duomo e dalla Chiesa dei Catalani, sono rimasti inaspettatamente meravigliati ed estasiati dalla monumentale fontana dì Orione e dalla maestosità del Duomo. Ad accoglierli nel loro tour è stato il Delegato allo sport dell’Università di Messina, Prof. Daniele Bruschetta, per i saluti di rito. A seguire, ad attenderli al campo da baseball, i tecnici ed i trenta ragazzi dei vivai delle uniche due società di baseball rimaste in città per lo stage condotto appunto da Mike Pagliaruolo e Mark Cardillo.

Con il Presidente della IABF Joe Quagliano invece si è discusso delle potenzialità offerte dalla organizzazione del CUS e della dotazione di Impianti sportivi che potrebbero fare divenire Messina un punto di riferimento per molte organizzazioni sportive americane, non solo legate al baseball ma anche per altri sport ed altri interessi, soprattutto per quello che concerne l’offerta formativa universitaria. Si è discusso sulla possibilità di offrire come Università stage per l’approfondimento ed il perfezionamento della lingua ai tanti italiani in America che intendono riappropriarsi dell’idioma dei loro genitori ma anche di direzionare ragazzi Italo-Americani ad alcuni corsi di studi universitari, su tutti logicamente il corso di laurea in scienze motorie sportive e della salute.

Dall’altro lato, invece, si é prospettata la possibilità di divenire un punto di riferimento per i nostri ragazzi che, dopo opportuna selezione ed apprendimento della lingua inglese, intendano giocare il Baseball studiando all’interno di college americani. La IABF ha relazioni anche con gli uffici centrali della MLB e, nonostante sia molto complicato un impegno da parte di MLB in territorio europeo ed italiano, i rappresentanti della IABF intendono comunque farsi da ambasciatori per far conoscere la Cittadella, con tutta la dotazione di impianti sportivi, a quella che è considerata tra le organizzazioni sportive più importanti al mondo.


Due cussini al Torneo delle Regioni FIBS

CUS Unime - Bonina e Di Pietro

I cussini Bonina e Di Pietro al XVIII Torneo delle Regioni della FIBS

Anche il Cus Unime sarà rappresentato nelle Marche dove, dal 20 fino al 23 giugno è in programma la diciottesima edizione del Torneo delle Regioni organizzato dalla Federazione Italiana Baseball e Softball. Toccherà ai due classe 2006 Andrea Bonina e Paolo Di Pietro, seguiti durante la stagione dal Manager Alessandro Badolato, portare in alto la bandiera del sodalizio universitario prendendo parte alla Rappresentativa Siciliana di categoria Under 15.

Ben 46 le squadre coinvolte al via, divise tra le diverse categorie, che si daranno battaglia nelle diverse sedi interessate dalla manifestazione: Cupramonta (categoria Little League Softball), Montegranaro (Little League Baseball), Pesaro e Fano (Junior League Baseball), Macerata (Senior League Baseball e Junior League Softball), Porto Sant’Elpidio (Junior League Softball), Potenza Picena (Senior League Baseball).

Un riconoscimento di grande importanza per i due atleti cussini cresciuti enormemente durante questa stagione grazie anche all’intenso e proficuo lavoro realizzato all’interno dell’Accademia Federale Residenziale di Baseball Siciliana che si è svolta nei fine settimana per diversi mesi tra gli impianti Sportivi di Cittadella Sportiva Universitaria e Complesso Sportivo Primo Nebiolo. Un percorso lungo che ha portato i due atleti del sodalizio universitario a confrontarsi con atleti di età ed esperienza maggiore ma che, alla fine, ha portato sicuramente dei riconoscimenti molto soddisfacenti sia in termini di risultati nei campionati di categoria ai quali partecipano (Under 15 e di supporto anche Under 12) sia con l’importante convocazione nella Rappresentativa Siciliana, ulteriore momento di stimolo e confronto per i due giovani atleti cussini. Un percorso che i due atleti gialloblu hanno potuto svolgere al meglio grazie all’attività svolta sul diamante del rinnovato Stadio del Baseball Primo Nebiolo, un vanto per il Cus Unime e fiore all’occhiello dell’intero movimento del baseball della nostra Isola.

Il Cus Unime, da sempre attento alla formazione costante ed alla crescita dei giovanissimi, rivolge un enorme in bocca al lupo ad Andrea e Paolo, con la speranza che tengano alto il nome del Cus Unime e dell’intera Regione Sicilia.