CUS Unime super

ko a catania

ko a catania

calendar.pngBASKET

CUS Unime Basket

Sconfitta indolore del Cus Unime a Catania

A classifica ormai ampiamente consolidata, il Cus Unime perde, sul parquet della vicecapolista Rainbow Catania, l’ultima partita della stagione regolare del campionato di serie B. La quinta posizione finale sta stretta alle universitarie, che recriminano per infortuni, partenze per motivi di lavoro e vicissitudini varie che non hanno permesso quest’anno l’approdo ai play off, ai quali invece le etnee arrivano con prospettive ambiziose ed ulteriori rinforzi. Grillo e compagne hanno comunque onorato l’atto conclusivo della loro annata agonistica, dando per tre quarti di gara filo da torcere alle padrone di casa (39-30 al 30’), nonostante un’evidente difficoltà sotto i tabelloni. Ampie rotazioni infine da parte di coach Zanghì, con minuti per le atlete che, anche per problemi fisici, hanno avuto meno spazio durante la stagione.   

    

Rainbow Catania - Cus Unime   56-40   (17-16, 29-20, 39-30)

Rainbow: Diop 1, Nucera 3, Ferlito 4, Caruso, Aleo 5, Bruno, Chiarella 12, La Manna 14, Costi, Spina, Diaz 10, Licciardello 7. All. Bruni.

Cus: Boncompagni 1, Scordino 5, Pellicanò, Natale 10, Scardino 5, Certomà 14, Polizzi 3, Neilande 2, Grillo, Ingrassia G., Mazzullo, Cascio. All. Zanghì.

Arbitri: Tarascio e Di Mauro.


CUS Unime super

CUS Unime super

calendar.pngBASKET

CUS Unime basket

Cus Unime super. Al PalaNebiolo superata la capolista Alma Patti

Rialza subito la testa il Cus Unime che, dopo l’opaca prestazione di giovedì scorso contro la Torgylos Priolo supera con una prestazione superlativa la capolista Alma Patti. Al PalaNebiolo prestazione perfetta delle ragazze allenate da Coach Zanghì che, coni tre punti conquistati, ad una giornata dalla fine della regular season si assicurano la quinta piazza in graduatoria. Adesso l’attenzione si sposta sull’Eirene Ragusa, in attesa di sapere se la squadra ragusana, che ha la prima squadra in A1 e non può essere promossa in A2, sarà ammessa ai play off. In caso contrario le universitarie sarebbero ripescate per la seconda fase e, in un’annata tribolata, raggiungerebbero l’obiettivo minimo.

Anche domenica la partita non è stata delle più semplici, con l’ennesimo infortunio (stavolta di Elisabetta Scardino) che ha complicato da subito la gara delle padrone di casa, che nei primi due quarti hanno dovuto inseguire le avversarie, senza però mai mollare (31-35 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi il Cus acquisisce fiducia nei propri mezzi, portandosi in vantaggio (42-38 al 23’) fino a ridosso della terza sirena, quando la cecchina Lombardo con tre liberi ridava il minimo scarto a favore delle ospiti (54-55). Nell’ultima frazione però il Cus lancia il cuore oltre l’ostacolo e nel finale, con le triple di Ingrassia, Polizzi e Certomà, ottiene una meritata quanto prestigiosa vittoria.   

    

Cus Unime – Alma Patti   79-73   (13-18, 31-35, 54-55)

Cus: Boncompagni 7, Scordino 15, Pellicanò 3, Natale 9, Scardino, Certomà 22, Polizzi 4, Neilande 6, Grillo 2, Ingrassia G., Ingrassia I. 11. All. Zanghì.

Alma: Tumeo, Lombardo 24, Coppolino 7, Cangemi 2, Merrina, Ferreyra 2, Sciammetta, Romeo 3, Kramer 16, Guerrera, D’Avanzo 11, Herrera 8. All. Buzzanca.

Arbitri: Micalizzi e Di Bella.


CUS Unime Corsaro

CUS Unime Corsaro

calendar.pngBASKET

CUS Unime basket

Cus Unime corsaro a Catanzaro

Soffre ma alla fine la spunta il Cus Unime che trova una vittoria di misura in quel di Catanzaro e strappa alla formazione di casa due punti importanti per rimanere aggrappati al treno playoff, anche se la concomitante vittoria del Priolo sull’Eirene di Ragusa complica ulteriormente i piani per le messinesi. Le universitarie, infatti, adesso sono costrette a vivere tutte e tre le rimanenti sfide della regular season incrociandosi, tra l’altro, con le prime della classe.

Al palazzetto di Sant’Andrea Apostolo le ragazze di Zanghì hanno cominciato bene (2-12), ma l’immediata reazione delle padrone di casa ha portato ad un ribaltamento del risultato già alla prima sirena (18-16). Nella fase centrale dell’incontro le ospiti si riportano avanti grazie alle triple di Ilaria Ingrassia (3), Ilenia Certomà ed Elisabetta Scardino (29-40 al 21’), ma senza riuscire a chiudere definitivamente i conti. Nella terza frazione l’infortunio di Simona Grillo è l’ennesimo segnale di una stagione condizionata da troppe traversie, così le calabresi a 120” dal termine riagganciano le peloritane (55-55) che in dirittura d’arrivo, pur sbagliando i tiri liberi conclusivi, trovano il guizzo vincente.

    

Catanzaro - Cus Unime   58-59   (18-16, 29-37, 44-49)

Catanzaro: Egwoh 15, Isabella 14, Montebello, Perna 18, Gagliardi 7, Bellassi, Alfano, Santopolo 4, Martina, Macrì. All. Scarcello.

Cus Unime: Boncompagni 6, Scordino 3, Pellicanò, Natale 2, Scardino 5, Certomà 13, Polizzi, Neilande 10, Grillo 8, Ingrassia G., Ingrassia I. 12. All. Zanghì.

Arbitri: Ortenzio e Fontanella.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833