Hockey

Al via gli Under 16

Al via gli Under 16

calendar.pngHOCKEY

CUS Unime hockey - under 16

Domani al via il campionato Under 16 del Cus Unime

Esordio dei giovani cussino impegnati alla cittadella contro Barcellona. 4 squadre al via per un torneo che promette tanti scontri entusiasmanti.

Con la sospensione temporanea del torneo di Serie B prevista dal calendario per il Cus Unime è arrivato il momento di tuffarsi nel campionato di categoria under 16, che prenderà il via domani, sabato 24 novembre, con l’incontro della cittadella sportiva universitaria contro la PGS Don Bosco Barcellona, inizio alle ore 15:00.

4 le squadre che prenderanno parte al torneo giovanile: oltre ai cussini ai nastri di parte PGS Don Bosco Barcellona, Hc Ragusa e Polisportiva Valverde Catania.

Un campionato che promette bene, ne è certo Giacomo Spignolo, Responsabile Tecnico del settore giovanile del Cus Unime, coadiuvato da Daniele Romano in veste di assistente allenatore e dal Prof. Roberto Raco in qualità di preparatore atletico del settore giovanile. “L’obiettivo è quello di creare un gruppo unito e coeso tra giocatori di 3 annate diverse - questa l’analisi di Spignolo - Crescere dal punto di vista tecnico ed agonistico. Qualcuno di questi ragazzi e già pronto per l’impegno; altri, invece, devono crescere e migliorare ma queste sono le occasioni per farlo e tutti, sin dai primi allenamenti, hanno dimostrato di volerlo fortemente. Da parte mia sono certo che i nostri giovani faranno bene ed affronteranno quest’esperienza senza alcun timore già da sabato, contro un team difficile da affrontare. Ci siamo preparati curando moltissimo le varie fasi difensive per farci trovare pronti nelle ripartente, potendo contare su diversi atleti molto tecnici e veloci. Adesso parola al campo”.

Programma 1° giornata - Sabato 24.11.2018, h. 15:00

Cus Unime ASD - PGS Don Bosco Barcellona

Pol. Valverde - HC Ragusa


Che weekend!

Che weekend!

calendar.pngHOCKEY

CUS Unime hockey - Federico Cardella

Doppia vittoria nel weekend per il Cus Unime che allunga in testa alla classifica

Due vittorie sudate ma meritate per i ragazzi allenati da Giacomo Spignolo che chiudono la prima parte di campionato, fermo per la pausa invernale, saldamente al comando della Serie B.

Supera nel migliore dei modi un weekend complicatissimo il Cus Unime che, tra sabato e domenica ha dovuto affrontare due incontri fondamentali per mantenere e rinsaldare il suo ruolo da capolista del campionato di Serie B.

Stava per costare caro alla truppa messinese il turn-over messo in atto sabato pomeriggio dal tecnico cussino, obbligato dagli incroci stabiliti dal calendario a tenere in panchina i big della squadra per risparmiarli in vista del complicatissimo incontro in trasferta di domenica, in casa della diretta inseguitrice Raccomandata Giardini.

Tanti giovani in campo - come il 2004 Pietro Lo Presti, al suo esordio assoluto - ma, soprattutto, poca attenzione e carica agonistica stavano per costare cari al CUS nella gara casalinga gara contro la PGS Don Bosco che, dopo 10 minuti dal fischio d’inizio conduce i giochi già per 2-0. Barcellonesi galvanizzati dal doppio vantaggio e gara tutta in salita per i padroni di casa, costretti a fare gli straordinari per ribaltare il doppio svantaggio. Alla fine la bellissima reazione d’orgoglio di D’Andrea e compagni e la tripletta di bomber Cardella riescono a regalare tre punti importantissimi ai messinesi.

Cardella di nuovo protagonista anche nella partita di domenica mattina quando, sul campo della Raccomandata Giardini, realizza a dieci minuti dalla fine il gol vittoria per i suoi. Partita delicatissima per gli universitari: Spignolo sa che conquistare qui 3 punti vorrebbe dire costruirsi un margine rassicurante per mantenere indisturbati la vetta della classifica e allora presenta una formazione al gran completo, con tutti gli assi a sua disposizione in campo. Per ben due volte la squadra di casa si porta avanti nel punteggio ma un Cus Unime mai domo riesce in entrambi i casi a riportare in equilibrio il match, prima con Giorgio Comitini e poi con Aldo D’Andrea. Dopo un terzo quarto durante il quale le due squadre non riescono a bloccarsi dal 2-2, la partita si infiamma nell’ultima frazione di gioco. Spignolo apporta alcuni accorgimenti tattici alla sua formazione ed il risultato è vincente: i cuscini si riversano in avanti ed alla fine trovano la splendida rete della vittoria che vale il 3-2 finale e 3 punti fondamentali per il percorso in campionato dei gialloblu.

“Due vittorie che ci fanno volare alto - commenta soddisfatto il tecnico cussino - abbiamo dato una grandissima dimostrazione di carattere e di forza. Adesso viaggiamo con 6 punti di vantaggio sulla Raccomandata. Onore alla Raccomandata che ci ha dato filo da torcere in entrambe le gare ma bravi noi a meritarci questo primo posto che alla fine della regular season varrebbe i playoff promozione”.

Raggiante il bomber Cardella, autore di 6 reti in tre partite e del gol decisivo contro Giardini: “Per un attaccante segnare è fondamentale ma quanto arrivano gol cosi importanti la soddisfazione è maggiore. Abbiamo portato a casa due risultati importanti che ci proiettano con il morale alle stelle verso un girone di ritorno sicuramente da non sottovalutare”.


Un weekend di fuoco!

CUS UniMe hockey

Nel weekend doppio turno esterno per la capolista Cus Unime

Fine settimana intenso per la compagine universitaria che sarà impegnata sabato contro la PGS Don Bosco e domenica contro la Raccomandata Giardini. Due incontri fondamentali per chiudere la prima parte di stagione di hockey prato in testa alla classifica di Serie B.

Straordinari in vista per il Cus Unime, impegnato sia sabato che domenica prossimi nel quinto e sesto turno del campionato di Serie B, ultimi due impegni prima della pausa stagionale prevista per l’hockey prato. Due appuntamenti molto impegnativi per i messinesi che nel giro di poche ore avranno la possibilità di confermare il proprio primato in classifica e chiudere la prima parte di stagione come regina della Serie B.

Si comincia sabato pomeriggio quando, con fischio di inizio alle ore 15.00 (arbitri Guadagnino di Catania e Colletta di Palermo), i cussini saranno di scena alla Cittadella contro la Orange Moon PGS Don Bosco 2000. Incontro che varrà come turno esterno per i messinesi in quanto la squadra di Barcellona, ancora alla ricerca del primo punto in stagione, disputa per proprie gare interne sul sintetico della struttura universitaria. Già nella gara di andata i messinesi si sono imposti sugli avversari con un bell’exploit ma le precauzioni non sono mai abbastanza: Mister Spignolo ricorrerà ad un massiccio turn over (visto l’impegno ravvicinato di domenica) ma durante l’arco della settimana ha predicato attenzione nell’approcciare in maniera corretta il match, dato che Barcellona hanno recuperato uno dei loro top players, Alessio Genovese, e che poco alla volta stanno acquisendo un’ottima condizione fisica.

Turno, certamente, per più delicato quello che D’Andrea e compagni dovranno affrontare domenica sul sintetico del Comunale di Valverde, contro la corazzata Raccomandata Giardini (inizio alle ore 10.30, arbitri Fresta e Bandieramonte di Catania). Sfida importante sul piano della classifica per i messinesi che, in caso di vittoria, costruirebbero un margine di sicurezza importante nei confronti proprio della squadra di Giardini, già battuta in extremis nel turno casalingo.

“Siamo pronti a conquistare anche questi tre punti - suona la carica l’estremo difensore gialloblu Marco De Domenico - Non deve assolutamente mancare la voglia di vincere e, soprattutto, come predica il nostro Tecnico dovremo avere la massima concentrazione per tutto l’arco della gara. Attenzione, però anche alla partita di sabato: tutte le avversarie sono pronte a giocarci qualche brutto scherzo ma noi continuiamo a lavorare bene per farci trovare pronti. Vedo tanta voglia anche nei numerosi giovani in squadra che vogliono mettersi in luce; tra tutti l’attaccante Dany Romano: per lui è arrivata già la gioia della prima rete in Coppa Italia ma, certamente, segnare in campionato sarebbe altrettanto bello per lui, quindi chissà che le partite di sabati e domenica non possano rappresentare l’occasione giusta per lui”.