Sconfitta ad Anzio

Sconfitta ad Anzio

Il CUS cade in casa della corazzata Anzio

Anzio conferma il pronostico e si sbarazza con un largo passivo (20-11 il finale) di un CUS Unime che, nonostante tenti sino alla fine di reggere i ritmi dei padroni di casa, alla fine cede in casa di un’autentica corazzata, una macchina da gol costruita per un facile salto di categoria. Man of the match è un immancabile Goreta, autore di ben 9 reti. Nel complesso, comunque, i padroni di casa si confermano compagine solida e coperta in ogni reparto e riescono a chiudere la pratica CUS già nella prima parte di gara.

Parte fortissimo Anzio che, dopo una prima reazione ospite con Paratore che risponde a Goreta (a segno alla prima azione dell’incontro), prende il largo con un pesantissimo break di 6-0 che spezza in due l’incontro (Agostini, Lapenna due volte e tre volte Goreta). Prima Vittorioso e poi Eskert a cavallo tra primo e secondo parziale provano a scuotere i messinesi ma Goreta è imprendibile e trova la sua quinta marcatura personale, seguito da Di Rocco per il momentaneo +6 di Anzio (9-3). Cusmano per due volte trova la via del gol ma ancora Goreta allontana gli ospiti con una doppietta, seguito da Presciutti, Lapenna e Di Rocco che, al cambio vasca, fissano il parziale su un largo 15-5.

Forti del largo margine di vantaggio i padroni di casa sembrano allentare la pressione cosi Vittorioso può aprire le marcatura della terza frazione. Gli risponde subito Presciutti ma Eskert sigla la sua doppietta personale che vale anche la consolazione di aver strappato il terzo parziale ai laziali (1-2). Nell’ultima frazione Anzio alza di nuovo i ritmi e nel giro di poco va a segno 3 volte (Lucci, Goreta, Agostini). A Vittorioso risponde Droghini mentre nel finale si accende Cusmano che con una tripletta personale rende meno amara la sconfitta dei suoi (in mezzo ancora una volta segna Goreta).

Passivo dunque pesante per i messinesi che, però, avevano già preventivato l’opzione di tornare dalla trasferta laziale con una sconfitta e che adesso spostano subito l’attenzione al prossimo incontro: sabato prossimo si torna alla Cittadella dopo oltre un mese per un altro big match, il derby contro la Nuoto Catania.

Pallanuoto Anzio - CUS Unime: 20-11 (7-2, 8-3, 1-2, 5-4)

Pallanuoto Anzio: Conti, Perez, Di Rocco 2, Goreta 9, Costantini, Droghini 1, Siani, Presciutti 2, Lapenna 3, Agostini 2, Lucci 1, Colombo, Castaldi. All. Mirarchi

CUS Unime: Spampinato, D’Angelo, Eskert 2, Runza, Giacoppo Geloso, Cusmano 5, Vittorioso 3, Andrè, Paratore 1, Di Caro, Lagonigro, Mariani. All. Naccari

Arbitri: Ercoli e Spiteri