Poker del CUS Unime

Si torna in acqua

CUS Unime - De Francesco

CUS Unime – Pallanuoto

Torna in acqua il CUS Unime. Alla cittadella arriva il CUS Palermo

comunicato stampa n° 42 del 9 marzo 2018

Ultima del girone d’andata per il CUS Unime che, dopo il turno di riposo per la convocazione di Balaz in Nazionale (la partita con la Polisportiva Acese sarà recuperata in un turno infrasettimanale il 18 aprile) ritorna a giocare e sabato ospita, di fronte al proprio pubblico, il CUS di Palermo. Messinesi chiamati ad allungare la striscia positiva contro un avversario ostico da affrontare.

A due settimane dall’exploit esterno contro il Crotone ritorna a giocare la formazione universitaria, determinata a riprendere da dove aveva lasciato e questa volta di fronte ai propri tifosi. Sabato 10 marzo, con palla a due alle ore 15.00, alla cittadella sportiva universitaria arriva il CUS di Palermo, formazione attualmente impantanata a metà classifica con 9 punti, frutto di 3 vittorie ed altrettante sconfitte. Gli universitari arrivano all’incontro con il morale alle stelle: la sosta forzata per l’impegno internazionale di Balaz ha permesso ai ragazzi allenati da Sergio Naccari di recuperare un pò di energie e prepararsi al meglio in vista del prosieguo del torneo. Entusiasmo ancora maggiore per la truppa messinese perché, durante il turno di stop, ha potuto consolidare ulteriormente il proprio primato in virtù della nuova battuta d’arresto dei crotonesi in casa del San Mauro. I palermitani, invece, sono reduci da una bella e tirata vittoria casalinga per 12-11 contro la Waterpolo Catania ed arrivano in riva allo Stretto con il chiaro intento di fare uno sgambetto alla formazione gialloblu e recuperare punti pesanti per la classifica.

“Affrontiamo - dichiara alla vigilia il tecnico cussino - un’ottima squadra, con un organico di livello guidato molto bene da Mister Occhione e che non merita l’attuale posizione in classifica. I palermitani sono un collettivo completo in ogni reparto, con ottime individualità come Lisi, Trebbino e Da Leo, garanzia d’esperienza e qualità. Se aggiungiamo, inoltre, che tra qualche turno sarà arruolatile anche Attila Kindges sono sicuro che il team di Palermo sino alla fine potrà dire la sua centrando i play-off. Noi siamo reduci da una sosta che ci ha dato la possibilità di rifiatare dopo un lungo percorso ricco di soddisfazioni ma molto dispendioso dal punto di vista fisico e mentale. Adesso dobbiamo essere bravi a rimetterci subito in marcia e riacquistare il ritmo campionato. Vincendo anche questa allontaneremo definitivamente dalla vetta i cugini palermitani, per questo ho chiesto ai ragazzi di affrontare l’incontro con la massima concentrazione per compiere, grazie anche al prezioso aiuto dei nostri tifosi, questo ulteriore passo in avanti verso il traguardo che ancora, comunque, rimano molto lontano”.

Sarà dell’incontro anche capitan De Francesco che predica attenzione: “Finora abbiamo fatto un ottimo lavoro grazie a Mister Naccari ed al costante impegno quotidiano di tutto il gruppo. Siamo un collettivo che è migliorato rispetto alle scorse stagioni: si sono inseriti giovani di ottimo livello che si sono integrati al meglio cosi da costruire una squadra completa e competitiva in ogni reparto e, quindi, siamo consapevoli di avere tutte le carte in regola per arrivare al meglio sino in fondo, con l’obiettivo di centrare questa tanto desiderata promozione sia per noi che per l’intera città di Messina. Attenzione, però, al CUS Palermo (una mia ex squadra), composto da giocatori esperti che hanno calcato palcoscenici importanti e diretti dall’esperto Mister Occhione. Dobbiamo essere bravi ad approcciare nella maniera corretta, imponendo i nostri ritmi e la nostra determinazione”

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961