Sempre più fitness

Di misura a Salerno

CUS Unime pallanuoto

Cus Unime di misura in casa dell’Arechi Salerno

Vittoria dove essere e vittoria è stata. Al Cus Unime tocca sudare le proverbiali sette camicie per trovare la prima vittoria del girone d’andata e portare a casa 3 punti importantissimi in chiave classifica ma alla fine in casa dell’Arechi Salerno alla fine è 6-5 in favore degli universitari. Il risultato finale è figlio di un match tirato e combattuto sino all’ultima sirena, con i salernitani bravi a lottare ed a rimanere sempre a stretto contatto dei cussini, capaci dal canto loro di resistere ai continui “ritorni” degli uomini di casa con organizzazione e compattezza difensiva. Eloquente in questo senso lo 0 su 9 in superiorità numerica da parte della squadra di casa.

La partita è tosta e combattuta, con continui botta e risposta da parte delle due squadre in acqua. Parte subito forte il CUS che poco meno di un minuto dopo la prima palla a due realizza l’1-0 in superiorità numerica con Russo. A metà tempo pareggia la squadra di casa con Siani che trasforma un rigore ma ancora una volta Russo porta avanti gli ospiti per il 2-1 con il quale si chiude la prima frazione di gioco. Subito dopo il primo intervallo l’Arechi ritrova il contatto con Gregorio ma ci pensa Klikovac a riportare i suoi avanti. Passa pochissimo, però, e Massa trasforma il rigore del 3-3, risultato che resiste fino all’intervallo lungo.

La partita continua ad essere tirata: la squadra di casa non demorde e rimane incollata ai cussini mentre gli ospiti non riescono a piazzare il colpo di grazia e vengono raggiunti di volta in volta fino anche ad essere sorpassati nel punteggio dall’Arechi che, dopo 1 minuto e mezzo dall’inizio del terzo periodo di gioco, per la prima volta in tutta la partita mette la testa avanti grazie alla rete di Calì. Il Cus Unime non ci sta ed è prontissima la reazione prima con Sacco, a segno su rigore 15 secondi dopo il vantaggio salernitano, poi con Steardo a metà frazione. Siani, però, a meno di 3 minuti dall’ultimo intervallo trova nuovamente la rete del pari che rimette di nuovo tutto in discussione (5-5). Ci pensa allora Provenzale, pochi secondi dopo l’inizio del quarto tempo, a siglare la rete del 6-5 che resisterà sino alla sirena finale. Da questo momento alla fine risulteranno vani gli attacchi dei padroni di casa, gestiti con attenzione dalla difesa degli universitari fino alla festa per la conquista di tre punti fondamentali che, grazie anche alla concomitante sconfitta dei Muri Antichi con la capolista ed al pareggio per 5-5 tra Crotone ed Acquachiara, aumentano il margine di sicurezza del CUS nei confronti della zona calda della classifica. Tre punti che, inoltre, permettono si messinesi di guardare verso la parte alta della classifica (con le seconde della classe lontane solo 3 punti) e che proiettano il CUS all’importantissimo incontro casalingo del prossimo turno, quando i ragazzi allenati da Mister Naccari ospiteranno una Roma Vis Nova rimasta indietro a 19 punti in virtù del pareggio casalingo con il Telimar Palermo.

  

Rari Nantes Arechi Salerno - Cus Unime:  5-6 (1-2, 2-1, 2-2, 0-1)

Rari Nantes Arechi: Noviello, Siani 2, Mattiello, Benicvenga, Calì 1, Esposito, Gregorio 1, Vukasovic, Mutariello, Iannicelli, Massa 1, Spinelli.

Cus Unime: Spampinato, Russo 2, Maiolino, Steardo 1, Provenzale 1, Condemi, Cusmano, Giacoppo, Ambrosini, Sacco 1, Klikovac 1, Parisi.


Ripartiamo da Salerno

CUS Unime Pallanuoto

Dopo la pausa il Cus Unime ricomincia dall’Arechi. Naccari: a Salerno per trovare punti pesanti

Terminata la pausa di metà campionato riprende la Serie A2 per il Cus Unime, impegnato domani in trasferta in casa dall’Arechi Salerno. Dopo qualche giorno di riposo utile a ricaricare le pile la formazione allenata da Sergio Naccari si è rimessa al lavoro per preparare la meglio questa prima parte del girone di ritorno, cn quattro impegni in successione che potrebbero chiudere in anticipo la pratica salvezza ed accostare definitivamente la formazione universitaria al gruppo delle grandi. Il primo scoglio da affrontare è la Rari Nantes Arechi di Salerno, formazione attualmente bloccata in coda al torneo con soli 6 punti ed al fianco di Crotone e Muri Antichi, rispettivamente avversarie dei cuscini alla terza ed alla quarta di ritorno.

Proprio contro i salernitani i messinesi hanno bagnato con la vittoria lo storico esordio nella Serie A2. Allora finì 11-8 ma certamente quello di oggi non è il Cus Unime di inizio campionato, rafforzato con l’arrivo a torneo in corso di alcuni elementi di assoluto valore che hanno anche completato in ogni reparto la rosa dei gialloblu e che sembra aver definitivamente trovato la quadratura del cerchio. A discapito della differenza di punti in classifica che separano siciliani e campani (ben 12 punti) bisogna prestare massima attenzione agli arechini che, in caso di vittoria potrebbero approfittare degli eventuali passi falsi delle pari classifica Crotone (impegnata in casa contro l’Acquachiara) e Muri antichi (in casa nel difficile impegno contro la capolista), cosi come potrebbero anche scavalcare in classifica la Cesport, attesa dall’impegno esterno contro la big Latina.

Niente cali di tensione, dunque, come predica Mister Sergio Naccari: “Siamo pronti per ricominciare il nostro percorso. La squadra è in ottime condizioni: ci siamo riposati mentalmente e siamo pronti per affrontare queste 11 partite. La partita di domani sarà molto complessa: loro hanno cambiato allenatore e si sono allenati per arrivare pronti a questo incontro per loro molto importante. È chiaro che sarà l’ennesima battaglia e ce ne saranno come questa altrettante dieci. Dobbiamo arrivare pronti soprattutto a queste prime quattro partite che sicuramente diranno tanto sul nostro cammino. Partiamo intanto da domani con il chiaro obiettivo di fare nostro l’incontro”.


Si ricomincia

CUS Unime Daniele Parisi

Riprende a pieno ritmo il CUS Unime in vista del girone di ritorno

Di nuovo in acqua a faticare la truppa gialloblu dopo qualche giorno di riposo meritato concesso dal Mister Sergio Naccari al termine delle prime undici giornate del torneo. Necessario recuperare le tante energie fisiche e mentali spese dopo una prima parte di stagione moto intensa ma anche tanto soddisfacente, con un bilancio in positivo ed una classifica che sorride alla matricola universitaria, attualmente a +12 sulla quartultima della classe ed a pochissimi punti di distanza dal treno playoff.

Adesso, però, arriva la parte più difficile della stagione. La prima parte di stagione è stata segnata da una grande incertezza e dai tanti colpi di scena: tra sorpassi e contro-sorpassi continui alla fine l’unica che è riuscita a mettere la testa avanti è stata la Rari Nantes Salerno, una vera e propria forzata capace di inciampare solo due volte (sconfitta alla seconda di campionato in casa del Pescara e pari all’ottava contro la Roma 2007 Arvalia). Subito sotto, invece, classifica cortissima che al termine del girone d’andata racchiude quattro squadre nell’arco di 3 punti (Telimar, Latina, Roma 2007 e Pescara), seguite a quota 18 da Roma Vis Nova e dal Cus Unime, matricola che si è riuscita a ritagliare un piccolo spazio tra le grandi del torneo ed adesso si trova vicinissima alle parti che contano. Saranno decisivi, sin da subito, i primi quattro incontri del girone di ritorno quando sono ampiamente alla portata dei cuscini tutti i 12 punti a disposizione. Si comincia sabato prossimo in casa della Rari Nantes Arechi (fanalino di coda insieme a Muri antichi e Crotone), poi a Messina scontro importante per l’alta classifica contro la Roma Vis Nova ed i due turni successivi con le altre ultimi della classe Crotone e Muri Antichi, rispettivamente fuori casa ed alla cittadella.

Soddisfatto e fiducioso per questa seconda parte di stagione Daniele Parisi: “È  stato un inizio di stagione buono ma con alti e bassi, nel senso che potevamo anche avere qualche punticino in più ma da neopromossa, con tanti giocatori nuovi da amalgamare, abbiamo fatto un percorso sicuramente molto positivo. In futuro abbiamo le capacità per fare ancora meglio. Mi auguro che troviamo la quadratura completa della squadra il più presto possibile cosi da arrivare a dei risultati che ci possano spingere fino ad un traguardo storico per il CUS come i playoff. Se non sarà cosi saremo comunque felici del nostro percorso ma ce la metteremo tutta per arrivare più in alto possibile”.


Ottimi risultati

Ottimi risultati

calendar.pngNUOTO

CUS Unime nuoto

Un argento ed un bronzo per il Cus Unime ai Campionati Regionali Assoluti

Sono ben 100 i punti totalizzati dal Cus Unime ai Campionati Regionali Assoluti che si sono svolti da venerdì a domenica scorsi a Paternò. Un bottino di tutto rispetto per la formazione universitaria se si pensa che alla spedizione catanese hanno partecipato solamente 6 atlete (Giorgia Alessandro, Carlotta Pizzi, Francesca Bellantone, Asia Furnari, Federica Di Cara e Alessia Cannizzaro). Ancora più importante il risultato ottenuto se paragonato a quello della scorsa stagione, quando i cussini parteciparono ai campionati regionali con sole 2 senza riuscire ad arrivare a punti.

Un bel successo con i tanti punti conquistati nel complesso delle tre categorie (Juniores, Cadetti e Seniores) e con la ciliegina sulla torta delle due medaglie conquistate da Alessia Cannizzaro (categoria Seniores): un argento nei 100 farfalla con il crono di 1.06,40 ed una medaglia di bronzo nel 50 rana, terminati con il tempo di 34,72.

Continua a produrre ottimi risultati, quindi, il lavoro dello staff tecnico del Cus Unime, che con tanta soddisfazione sottolinea la crescita costante di tutto il gruppo, dai più piccoli ai più grandi, che gara dopo gara migliora nelle prestazioni e nei piazzamenti in graduatoria generale.


ko a catania

ko a catania

calendar.pngBASKET

CUS Unime Basket

Sconfitta indolore del Cus Unime a Catania

A classifica ormai ampiamente consolidata, il Cus Unime perde, sul parquet della vicecapolista Rainbow Catania, l’ultima partita della stagione regolare del campionato di serie B. La quinta posizione finale sta stretta alle universitarie, che recriminano per infortuni, partenze per motivi di lavoro e vicissitudini varie che non hanno permesso quest’anno l’approdo ai play off, ai quali invece le etnee arrivano con prospettive ambiziose ed ulteriori rinforzi. Grillo e compagne hanno comunque onorato l’atto conclusivo della loro annata agonistica, dando per tre quarti di gara filo da torcere alle padrone di casa (39-30 al 30’), nonostante un’evidente difficoltà sotto i tabelloni. Ampie rotazioni infine da parte di coach Zanghì, con minuti per le atlete che, anche per problemi fisici, hanno avuto meno spazio durante la stagione.   

    

Rainbow Catania - Cus Unime   56-40   (17-16, 29-20, 39-30)

Rainbow: Diop 1, Nucera 3, Ferlito 4, Caruso, Aleo 5, Bruno, Chiarella 12, La Manna 14, Costi, Spina, Diaz 10, Licciardello 7. All. Bruni.

Cus: Boncompagni 1, Scordino 5, Pellicanò, Natale 10, Scardino 5, Certomà 14, Polizzi 3, Neilande 2, Grillo, Ingrassia G., Mazzullo, Cascio. All. Zanghì.

Arbitri: Tarascio e Di Mauro.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833