NUOTO

Bilancio più che positivo

CUS Unime - Filip Klikovac

Bilancio più che positivo per il Cus Unime al termine del girone d’andata di Serie A2

Certamente un bilancio in attivo per la squadra universitaria al termine delle prime undici giornate del torneo. Ripercorrendo il percorso degli universitari in questa prima parte di stagione alla viglia del torneo  erano tante ed inevitabili le incognite per la matricola Cus Unime, che si accingeva ad affrontare un’avventura storica. Eppure mentre gli addetti ai lavori identificavano questa Serie A2 come una delle più affascinanti e competitive degli ultimi anni, ancora più bella persino del campionato di massima serie, la squadra gialloblu al contempo veniva etichettata da molti come la “mina vagante” della competizione. Al via poi, partita dopo partita il valore dei messinesi non è faticato ad emergere. La prima emozionante e storica vittoria in casa, poi la sconfitta nella trasferta romana ed il filotto di vittorie con due dirette concorrenti per la salvezza, una a Messina contro il Crotone e l’altra importante in casa dei Muri Antichi prima della pausa natalizia. Poi un gennaio di fuoco: la squadra si è completata con gli ultimi innesti e piano piano si costruisce il giusto equilibrio tra reparti, mentre nel frattempo arrivano le sconfitte nei big match contro Salerno e Telimar (alla Cittadella) e Pescara fuori casa. In mezzo la vittoria in casa dell’Acquachiara ma, soprattutto, l’exploit in casa del Latina, una successo di grande prestigio che, seguito dalla vittoria il turno successivo a Messina contro la Cesport, ridisegna in maniera importante la classifica degli universitari che scavano un bel solco con le zone calde e si avvicinano al treno delle grandi, nella zona playoff. Nemmeno la sconfitta dell’ultima di andata in casa della Roma 2007 Arvalia ha spento l’entusiasmo in casa CUS per una prima parte di stagione dal bilancio assolutamente positivo, con un bottino di 18 punti che la attesta a centro classifica insieme alla Roma Vis Nova. Poco più sopra le big di questa A2. A quota 21 il Pescara mentre un punto più in alto Roma 2007 Arvalia e Latina. Ancora più su, a quota 24 punti il Telimar Palermo mentre ormai in fuga la Rari Nantes Salerno, leader del torneo con un bottino di 9 vittorie, 1 pareggio ed 1 sola sconfitta.

Nella parte bassa della classifica, invece, a due lunghezze di distanza rispetto ai gialloblu c’è l’Acquachiara (che ha risalito la china vincendo a sorpresa nell’ultimo turno in casa della Roma Vis Nova) mentre la quartultima posizione, occupata dalla Cesport, è lontana ben 11 lunghezze, un bel margine di sicurezza in vista di un girone di ritorno durante il quale non mancheranno partite al cardiopalma e colpi di scena.

Un bilancio, dunque, più che positivo per il Cus Unime che fa registrare 6 vittorie (3 in casa e 3 in trasferta) sugli 11 incontri disputati e vanta il quarto miglior attacco della categoria con 95 reti all’attivo.

“Sicuramente possiamo essere soddisfatti di questa prima parte di stagione - questa l’analisi di Filip Klikovac - magari c’ė un po’ di rammarico per una o due partite che avremmo potuto vincere ma va bene così. Adesso sono molto importanti queste prime quattro giornate del girone di ritorno che potrebbero portarci quattro vittorie. Dopo queste partite ci saranno dei match chiave che ci diranno quale potrà essere la strada del CUS. Noi lotteremo per i playoff: siamo consapevoli che siamo una matricola ma abbiamo le carte in regola per poterci credere e quindi ci proveremo fino alla fine”.

Al rientro dalla pausa per il CUS nei primi quattro match due trasferte in casa di Arechi e Crotone ed i turni in casa contro l’attuale pari classifica Roma Vis Nova ed il fanalino Muri Antichi. 12 punti in palio che potrebbero essere utili ai messinesi per chiudere definitivamente i conti con la salvezza e lanciarsi in maniera concreta verso l’alto.


Ottimo CUS

Ottimo CUS

calendar.pngNUOTO

CUS Unime nuoto

Ottimi risultati del Cus Unime ai Campionati Regionali Ragazzi di Paternò

Spedizione più che positiva per il Cus Unime che torna da Paternò, dove si sono svolti nello scorso weekend i Campionati Regionali indoor di Categoria Ragazzi, con risultati importanti e delle ottime prestazioni personali che valgono l’undicesima posizione in graduatoria finale sulle 30 società partecipanti.

18 gli atleti ai nastri di partenza, per la maggior parte al primo anno per la categoria e tra i quali figura anche l’esordiente A Giorgia Iaria, ammessa alla partecipazione del campionato Ragazzi perché capace di conseguire i tempi di accesso per la categoria e che chiude con un sorprendente quarto posto nei 100 stile libero (ad 1 solo secondo dal podio).

Tanto prestigiose quanto inaspettate le due medaglie di bronzo nei 200 rana Mattia Picciotto e Fabiana Donato, entrambi al primo anno nella Categoria Ragazzi. Il primo, partito con il sesto tempo di qualifica, sfoderando una prestazione super è riuscito a chiudere con il terzo miglior tempo. Bellissima prova anche di Fabiana che, partita con l’ottavo crono, ha chiuso al terzo posto a pari merito con l’atleta del CUS Palermo Federica Gargano. Sempre nei 200 rana ottime prestazioni che per Alessandra Soliera (settima), Sofia Perdichizzi e Gloria Mazzù (ottave), tutte al primo anno nella categoria. Nono posto per Martina Zaccone nei 50 stile libero, anche lei al “Ragazzi” primo anno. Riscontri positivi anche per Aurora Giaconia, entrata a punti sia nei 200 farfalla (sesta) che nei 100 farfalla (tredicesima); ottimo settimo posto (su 24 atlete in gara) anche negli 800 stile libero.    

Grande soddisfazione da parte di tutto lo staff cussino al termine della spedizione, durante la quale si sono messi in mostra con dei miglioramenti personali eccellenti e con tanti piazzamenti importanti tutti gli atleti impegnati in gara. Ancora più soddisfacente il fatto che l’80% dei nuotatori gialloblu fosse costituito da atleti al primo anno nella categoria Ragazzi, un dato che fa ben sperare in vista del prossimo futuro.

Questi gli atleti del Cus Unime che hanno partecipato ai Campionati di Paternò: Gabriele Pergolizzi, Giulio Vinci, Mattia Picciotto, Antonio Bavastrelli, Gabriele Ragazzo, Antonino Sofia, Samuele Andaloro, Benedetta Bellantone, Chiara La Cava, Fabiana Donato, Aurora Giaconia, Alessandra Soliera, Giorgia Iaria, Anna D’Amico, Sofia Perdichizzi, Gloria Mazzù, Martina Zaccone e Sarà Impalà Polito.

Adesso il prossimo appuntamento in programma è il Campionato Assoluti previsto per il prossimo fine settimana.


CUS Unime super

CUS Unime super

calendar.pngBASKET

CUS Unime basket

Cus Unime super. Al PalaNebiolo superata la capolista Alma Patti

Rialza subito la testa il Cus Unime che, dopo l’opaca prestazione di giovedì scorso contro la Torgylos Priolo supera con una prestazione superlativa la capolista Alma Patti. Al PalaNebiolo prestazione perfetta delle ragazze allenate da Coach Zanghì che, coni tre punti conquistati, ad una giornata dalla fine della regular season si assicurano la quinta piazza in graduatoria. Adesso l’attenzione si sposta sull’Eirene Ragusa, in attesa di sapere se la squadra ragusana, che ha la prima squadra in A1 e non può essere promossa in A2, sarà ammessa ai play off. In caso contrario le universitarie sarebbero ripescate per la seconda fase e, in un’annata tribolata, raggiungerebbero l’obiettivo minimo.

Anche domenica la partita non è stata delle più semplici, con l’ennesimo infortunio (stavolta di Elisabetta Scardino) che ha complicato da subito la gara delle padrone di casa, che nei primi due quarti hanno dovuto inseguire le avversarie, senza però mai mollare (31-35 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi il Cus acquisisce fiducia nei propri mezzi, portandosi in vantaggio (42-38 al 23’) fino a ridosso della terza sirena, quando la cecchina Lombardo con tre liberi ridava il minimo scarto a favore delle ospiti (54-55). Nell’ultima frazione però il Cus lancia il cuore oltre l’ostacolo e nel finale, con le triple di Ingrassia, Polizzi e Certomà, ottiene una meritata quanto prestigiosa vittoria.   

    

Cus Unime – Alma Patti   79-73   (13-18, 31-35, 54-55)

Cus: Boncompagni 7, Scordino 15, Pellicanò 3, Natale 9, Scardino, Certomà 22, Polizzi 4, Neilande 6, Grillo 2, Ingrassia G., Ingrassia I. 11. All. Zanghì.

Alma: Tumeo, Lombardo 24, Coppolino 7, Cangemi 2, Merrina, Ferreyra 2, Sciammetta, Romeo 3, Kramer 16, Guerrera, D’Avanzo 11, Herrera 8. All. Buzzanca.

Arbitri: Micalizzi e Di Bella.


AVVISO DI INDAGINE AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA STRUTTURE CUS UNIME

CITTADELLA

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE VARIE STRUTTURE DEL CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO UNIVERSITÀ MESSINA A.S.D.

  1. Richiedente: Centro Universitario Sportivo Università Messina A.S.D. sede legale C.da Conca D’Oro – 98168 Messina, sede operativa Cittadella Sportiva Universitaria Viale Palatucci, 13 – 98168 Messina  
  2. Denominazione conferita per l’affidamento: Servizio di pulizia ordinaria degli impianti sportivi, delle residenze, dell’anfiteatro, di tutti i locali e delle aree esterne annesse;  
  3. Descrizione/Oggetto dell’affidamento: Servizi di pulizia ordinaria degli impianti sportivi e dei locali affidati al Centro Universitario Sportivo Università Messina A.S.D.. I materiali inerenti la pulizia sono a carico della Ditta affidataria, nonché la fornitura di tutti i detergenti e i prodotti igienico sanitari per la corretta esecuzione delle attività di pulizia, compreso i macchinari e le attrezzature necessarie, ivi comprese le divise per il personale impiegato. 

Le caratteristiche minime del servizio sono descritte di seguito e costituiscono parte integrante del presente avviso. 

L’offerta economica si intende comprensiva di ogni prestazione, spese generali e oneri per garantire l’esecuzione a regola d’arte del servizio stesso.

La durata del servizio sarà di anni 1 (uno).

Sarà possibile rescindere il contratto dandone comunicazione con preavviso di 30 gg. (trenta giorni);

quanto assente nel presente avviso sarà meglio dettagliato nel contratto tra le parti.

La Ditta concorrente dovrà fare pervenire la documentazione e l’offerta indirizzata a CUS UniMe A.S.D., Cittadella Sportiva Universitaria, viale Palatucci 13, SS. Annunziata 98168 Messina come di seguito indicato: tramite Posta Elettronica all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il termine perentorio delle ore 12,00 del giorno 28  febbraio 2019. 

ALLEGATO:

- Testo Avviso di Indagine completo


Passo falso a Roma

CUS Unime pallanuoto a Roma

Passo falso del Cus Unime a Roma

Battuta d’arresto del Cus Unime superato a domicilio dalla Roma 2007 Arvalia con il finale di 9-4. Partita poco incisiva dei messinesi che, nonostante riescano a tenere botta alla formazione di casa perder tutto il primo parziale, si rendono protagonisti di un vero e proprio black out a cavallo tra secondo e terzo tempo e subiscono lo strappo da parte dei padroni di casa che, con un perentorio break di 5-0, mettono sotto definitivamente gli universitari ed indirizzano la partita verso una direzione ben precisa.

Primo tempo giocato in maniera molto attenta ed accorta da parte di entrambe le due formazioni in acqua, durante il quale il digiuno di reti è interrotto solamente dalla marcatura di Vittorioso che vale l’1-0 in favore dei padroni di casa. Dalla seconda frazione in poi, però, la musica cambia. I romani alzano notevolmente il ritmo e mettono sotto gli ospiti che, pur pareggiando con Cusmano, non riescono ad opporsi con determinazione alla verve agonistica dei giallorossi e subiscono un filotto di 3 reti prima del cambio vasca (due volte Fiorillo e Letizi per il momentaneo 4-1). E la Roma riprende da dove aveva lasciato anche dopo l’intervallo lungo, andando a segno altre due volte prima con Giacomozzi e poi con Fiorillo (il mattatore del match con 4 reti complessive). Solo a metà del terzo periodo Steardo riesce ad interrompere il digiuno dei suoi segnando la seconda rete cussina (6-2). Troppo poco, pero, perché nonostante i messinesi tentino di rimettersi in carreggiata non riescono a trovare la giusta concentrazione (Cusmano viene anche espulso per proteste) e la determinazione sufficiente per impensierire i romani. Sarà, quindi, ancora la Roma a trovare la via del gol per altre 3 volte, prima con Fiorillo e Faiella (8-2 al terzo intervallo) e poi con Vittorioso ad inizio del quarto periodo. Bella la reazione d’orgoglio degli universitari che segnano due volte con Klikovac e Parisi, reti utili però solamente a rendere meno amaro il risultato finale.

“Abbiamo giocato una partita molto brutta, probabilmente la peggiore del torneo - questo il commento del tecnico gialloblu Sergio Naccari - Faccio mea culpa e mi assumo la responsabilità di questa debacle perchè probabilmente non ho caricato a dovere la squadra per un incontro sicuramente molto importante. Detto questo, però, siamo consapevoli che anche questi momenti fanno parte di un percorso di crescita e maturazione: ne prendiamo atto e guardiamo con serenità e determinazione allo step successivo, consapevoli che al giro di boa abbiamo comunque messo tanti punti di distanza rispetto alla zona play out e siamo dietro rispetto alle squadre in lizza per i playoff di sole 4 lunghezze. Adesso, quindi, qualche giorno di riposo e poi subito massima concentrazione in vista del prossimo incontro, importante in chiave salvezza, in casa dell’Arechi”.

Roma 2007 Arvalia - Cus Unime: 9-2 (1-0, 3-1, 4-1, 1-2)

Roma: Washburn, Re, Fiorillo 4, Miskovic, Navarra, Giacomozzi 1, Vittorioso 2, Sofia, Lijoi, Mele, Letizi 1, Faiella 1.

Cus Unime: Spampinato, Russo, Maiolino, Steardo 1, Provenzale, Condemi, Cusmano 1, Giacoppo, Ambrosini, Sacco, Klikovac 1, Parisi 1.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833