News

Entusiasmo Special Needs!

Special Needs

Si è conclusa con grande allegria la stagione sportiva Special Needs che ancora una volta mira ad unico obiettivo comune: sperimentare e apprezzare la passione per lo sport insieme.

La pandemia non ha fermato la voglia dei nostri ragazzi di riprendere le attività di nuoto, ginnastica artistica, equitazione, tiro con l'arco, ginnastica motoria di base. Garantita la riapertura delle strutture, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, sono dunque proseguiti i percorsi sportivi intrapresi all'inizio della stagione. La ripresa è stata accolta dagli utenti e dalle loro famiglie con gioia e voglia di spensieratezza.

"Il gradimento delle attività proposte ci inducono a voler offrire sempre maggiori opportunità - analizza la Coordinatrice del settore Special Needs, Marika Margiotta - e dare la possibilità ad un numero sempre più ampio di ragazzi di accedere allo sport e godere di tutti i benefici che ne derivano. Ci impegneremo a partecipare a progetti specifici che consentano di coinvolgere le istituzioni dislocate nel territorio, università e scuole, con lo scopo di proporre lo sport e il movimento nella vita di ogni individuo. Con questi propositi si aprirà la nuova stagione sportiva: le attività riprenderanno il prossimo settembre con l'entusiasmo di sempre"


Entusiasmo Special Needs!

Special Needs

Si è conclusa con grande allegria la stagione sportiva Special Needs che ancora una volta mira ad unico obiettivo comune: sperimentare e apprezzare la passione per lo sport insieme.

La pandemia non ha fermato la voglia dei nostri ragazzi di riprendere le attività di nuoto, ginnastica artistica, equitazione, tiro con l'arco, ginnastica motoria di base. Garantita la riapertura delle strutture, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, sono dunque proseguiti i percorsi sportivi intrapresi all'inizio della stagione. La ripresa è stata accolta dagli utenti e dalle loro famiglie con gioia e voglia di spensieratezza.

"Il gradimento delle attività proposte ci inducono a voler offrire sempre maggiori opportunità - analizza la Coordinatrice del settore Special Needs, Marika Margiota - e dare la possibilità ad un numero sempre più ampio di ragazzi di accedere allo sport e godere di tutti i benefici che ne derivano. Ci impegneremo a partecipare a progetti specifici che consentano di coinvolgere le istituzioni dislocate nel territorio, università e scuole, con lo scopo di proporre lo sport e il movimento nella vita di ogni individuo. Con questi propositi si aprirà la nuova stagione sportiva: le attività riprenderanno il prossimo settembre con l'entusiasmo di sempre"


Entusiasmo Special Needs!

Special Needs

Si è conclusa con grande allegria la stagione sportiva Special Needs che ancora una volta mira ad unico obiettivo comune: sperimentare e apprezzare la passione per lo sport insieme.

La pandemia non ha fermato la voglia dei nostri ragazzi di riprendere le attività di nuoto, ginnastica artistica, equitazione, tiro con l'arco, ginnastica motoria di base. Garantita la riapertura delle strutture, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, sono dunque proseguiti i percorsi sportivi intrapresi all'inizio della stagione. La ripresa è stata accolta dagli utenti e dalle loro famiglie con gioia e voglia di spensieratezza.

"Il gradimento delle attività proposte ci inducono a voler offrire sempre maggiori opportunità - analizza la Coordinatrice del settore Special Needs, Marika Margiota - e dare la possibilità ad un numero sempre più ampio di ragazzi di accedere allo sport e godere di tutti i benefici che ne derivano. Ci impegneremo a partecipare a progetti specifici che consentano di coinvolgere le istituzioni dislocate nel territorio, università e scuole, con lo scopo di proporre lo sport e il movimento nella vita di ogni individuo. Con questi propositi si aprirà la nuova stagione sportiva: le attività riprenderanno il prossimo settembre con l'entusiasmo di sempre"


Confermato Eskert

Nikola Eskert - CUS Unime

37 del 30.07.2020

Cus Unime - pallanuoto

Il primo colpo del CUS è la conferma di Eskert. “A Messina mi sento a casa”

Bomber vero, un autentico pezzo pregiato per la categoria ed un ragazzo dalle grandi doti umane. Si riassumono cosi le caratteristiche di Nikola Eskert, il primo vero colpo di mercato gialloblu. Parte da una conferma, quindi, la costruzione della prossima Serie A2 per la società cussina che, assicurandosi anche per la stagione 2020/2021 le prestazioni del centroboa serbo dopo averlo portato in riva allo Stretto nello scorso campionato, può iniziare il cammino di preparazione con maggiore serenità e con la soddisfazione di aver mantenuto a Messina uno dei gioielli della categoria.

Arrivato dalla Florentia lo scorso anno, Nikola si è subito distinto non solo come punto di riferimento dell’attacco cussino, segnando ben 27 delle 98 reti siglate dai messinesi nelle 10 partire disputate prima del lockdown, ma soprattutto per delle ottime prestazioni e per uno spirito di sacrifico fuori dal comune. È inevitabilmente tanta, quindi, la soddisfazione del CUS per essere riuscita a proseguire il rapporto con il serbo, come evidenzia il Tecnico-Manager Sergio Naccari: “In pochi mesi Nikola è riuscito ad ambientarsi alla grande ed è diventato parte della nostra famiglia, calandosi nella nostra realtà con assoluta naturalezza. Tecnicamente ci offre garanzie importantissime perchè è un centro atipico e quindi è in grado di fare la differenza sia come terminale offensivo che sul semicerchio. Per noi, inoltre, è un motivo di grande orgoglio il fatto che abbia deciso di abbracciare anche per questa stagione il nostro progetto nonostante abbia ricevuto proposte da mezza Italia, a conferma di quanto si stia bene alle nostre latitudini. Del resto anche la storia personale recente di Nikola ha contribuito a rinsaldare il nostro legame. Con il lockdown, ed il conseguente divieto di effettuare spostamenti, il serbo è stato costretto forzatamente a rimanere a Messina. Nonostante le diverse difficoltà di tipo logistico, però, tutto l’ambiente cussino si è prodigato affinché il giovane abbia potuto trascorrere questi mesi nella maniera più serena possibile e questo inevitabilmente ha contribuito a rinsaldare il rapporto tra il CUS ed Eskert”.

Tanto entusiasmo anche nella parole del serbo, felice di rimanere in riva allo Stretto: “Sono molto contento di tornare a Messina. La scorsa stagione ho vissuto dei mesi bellissimi e mi sono legato subito alla città e, quindi, ho deciso quindi di tornare perché qui mi sento veramente come se fossi a casa. Ho conosciuto tanti bravi ragazzi con i quali mi trovo benissimo sia dentro che fuori dall’acqua, cosi come mi sono trovato subito bene senza alcun dubbio con la società. Ci aspetta un campionato credo molto equilibrata. Ogni partita sarà una battaglia e noi dobbiamo dimostrare orgoglio, grinta e determinazione, come fatto in alcuni frangenti lo scorso anno. Cosi, sono certo, alla fine i risultati arriveranno”


Al lavoro per la nuova A2

CUS Unime Serie A2

36 del 24.07.2020

Cus Unime - pallanuoto

 

Il Cus Unime programma la nuova stagione di A2

Ancora una volta, per la terza stagione consecutiva, toccherà al Cus Unime rappresentare i colori di Messina nella pallanuoto che conta con la partecipazione al prossimo campionato nazionale di serie A2 maschile.

Arrivata la fumata bianca per l’iscrizione al torneo, accordata con grande senso di responsabilità della dirigenza cussina e del Presidente Nino Micali di concerto con la governance universitaria con l’obiettivo di dare seguito al progetto lungimirante iniziato 6 anni fa e che oggi rappresenta una vetrina di indiscusso valore sportivo per l’intera città, da qualche giorno lo staff gialloblu ha superato la fase di assestamento ed ha potuto iniziare a programmare la prossima stagione in A2. È il momento, quindi, di allestire l’organico per poi tuffarsi tutti in acqua a metà settembre, quando i messinesi inizieranno un lungo periodo di preparazione in vista di un torneo che, alla luce dei tanti movimenti di mercato che si sono già registrati, si presenta duro ed avvincente, con tante incognite ancora legate che al periodo di stop che ha portato conseguenze importanti anche nell’ambiente pallanuotistico. In massima serie la storica Canottieri Napoli ha già chiesto in via cautelativa la retrocessione (al suo posto accesso in A per la Metanopoli Milano), diventando quindi una super avversaria dei cussini. In A2 sono diverse le squadre che hanno dato forfait. Mancata iscrizione, infatti, per Pescara Pallanuoto, Zero9 Roma, President Bologna ed arrivano notizie di difficoltà anche dalla zona ligure. Candidate al ripescaggio dalla B la De Akker di Bologna ed il CUS Palermo, che già ha fatto pervenire la propria disponibilità in Federazione.

“Siamo molto contenti di poter dare seguito a quanto di buono costruito in questi anni - dichiara il Tecnico-Manager gialloblu Sergio Naccari - Ci siamo subito messi all’opera per allestire un roster competitivo e completo in ogni reparto. Partiremo dalla conferma del blocco della stagione appena trascorsa, considerato che ha ben figurato nella parte di campionato disputata, che amplieremo con l’inserimento di due o tre pedine che possano aggiungere profondità e qualità alla rosa. Certamente avremo una maggiore identità messinese ed universitaria con Raffaele Cusmano ed Enrico Giacoppo che rappresenteranno i nostri alfieri attorno ai quali costruire la squadra. Abbiamo già alcune trattative avviate con diversi giocatori e nei prossimi giorni annunceremo l’arrivo di un forte centrovasca italiano. Siamo già al lavoro, invece, per rinnovare con gli atleti che nella passata stagione hanno difeso i nostri colori e che hanno voluto fortemente rimanere a Messina, motivo per noi di grande orgoglio e che ci permette di programmare con maggiore serenità la prossima stagione”.