News

CUS formato playoff

CUS Unime

Alla Cittadella è un Cus Unime formato playoff. 4-3 sulla Roma Vis Nova

Sofferta, combattuta e carica di agonismo sino alla fine. Questi gli ingredienti che hanno condito la partita numero 13 del campionato di Serie A2 giocata dal Cus Unime alla cittadella sportiva universitaria, davanti alla solita bella cornice di pubblico, contro la Roma Vis Nova. Alla fine è emblematico il 4-3 tennistico con il quale gli universitari regolano i romani al termine di un match giocato a viso aperto e senza esclusione di colpi da parte di entrambe le compagini in acqua, determinate a portare a casa l’incontro. Manca forse qualcosa in attacco alla formazione gialloblu che sbatte più volte sul muro difensivo degli ospiti (non a caso la seconda miglior difesa del torneo) ed è costretta a soffrire sino alla fine senza riuscire a chiudere i conti. Viceversa, però, la squadra di casa viene premiata per una compattezza difensiva eccellente, con un super Spampinato autore di tanti interventi provvidenziali. Alla fine, comunque, il merito principale dei ragazzi allenati da Mister Naccari è quello di mettere subito la testa avanti e condurre nel risultato sino alla fine, tenendo botta alla formazione ospite grazie anche alla bellissima spinta del pubblico di casa.

Sin da subito la partita è vibrante. Benissimo Spampinato in diversi momenti e CUS che dopo diverse occasioni fallite in avanti (una clamorosa a tu per tu con l’estremo difensore ospite) a poco più di 2 minuti dalla prima sirena siglano l’1-0 con il tap-in vincente con Parisi che dura fino all’intervallo. Ed il 2-0 per i gialloblu non tarda ad arrivare, siglato da Steardo con un’incantevole palomba a poco più di un minuto dalla ripresa delle ostilità. Il doppio vantaggio messinese scuote i romani che poco alla volta tentano di alzare i giri: la difesa di casa resiste benissimo, con una manovra compatta con l’estremo difensore provvidenziale in più di un’occasione. Spampinato, però, nulla può su Murro a 1.50 dal cambio vasca che riavvicina pericolosamente la formazione ospite solamente per pochissimo tempo, perché a soli 9 secondi dall’intervallo lungo Cusmano si sblocca ed in uomo in più sigla la rete del 3-1.

Dura poco il +2 del CUS perchè a 1 minuto dal rientro in acqua De Vena fredda Spampinato con un gran destro dalla distanza. Sacco su rigore subito dopo avrebbe la possibilità di riportare a distanza gli ospiti ma si fa ipnotizzare da Bonito. Il nuovo allungo universitario però non tarda ad arrivare: Spampinato si supera su un uomo in più ospite e sul rapidissimo cambio di fronte i cussini piazzano la rete del 4-2 con Provenzale. A meno di 2 minuti dalla terza sirena arriva il nuovo -1 della Roma siglato da mancino Maras (4-3). Sarà la rete con la quale si chiude la terza frazione ma anche quella definitiva dell’incontro. Il 4-3 in favore del CUS infatti resiste sino alla fine grazie ad una fase difensiva perfetta da parte della squadra di casa, sospinta da un grandissimo pubblico e da tanta determinazione ala conquista di 3 punti pensati in chiave classifica perchè permettono ai messinesi di chiudere quasi definitivamente il discorso salvezza e staccare proprio i romani in classifica, concentrandosi con serenità sul sogno playoff, come sottolinea mister Sergio Naccari al termine dell’incontro: “Non una partita dal punto di vista tra le migliori ma anche oggi i ragazzi hanno messo in acqua tutta la loro esperienza ed hanno tenuto botta sino alla fine ad una squadra molto forte. Sicuramente qualcosa non è andata per come volevamo nella fase offensiva, al di là del fatto che loro hanno uno dei portieri più forti della categoria. Ma abbiamo compensato con una grandissima prova difensiva ed un grandissimo Spampinato. Chiaramente adesso possiamo ritenerci già salvi ed è giusto guardare verso l’alto. Siamo una squadra in grado di giocarcela con tutti: chiaramente ci manca alcune squadre hanno qualcosa in più rispetto a noi ma ce la metteremo tutta per raggiungere questo quarto posto che per noi è un sogno”.

Entusiasta del risultato il portiere di casa Giuseppe Spampinato, uno dei migliori in campo nel match di oggi: “Come tutte anche questa è stata una partita molto sofferta. È un girone molto equilibrato ma noi con la squadra che abbiamo dobbiamo fare il massimo e puntare alle prime posizioni. Per fare un’ulteriore salto di qualità dobbiamo lavorare per migliorare la fase offensiva dove soprattutto nelle ultime uscite abbiamo avuto qualche difficoltà. Adesso non dobbiamo porci limiti e dobbiamo puntare al massimo”.

CUS Unime - Roma Vis Nova (1-0, 2-1, 1-2, 0-0)

CUS Unime: Spampinato, Russo, Maiolino, Steardo 1, Provenzale 1, Condemi, Cusmano 1, Giacoppo, Ambrosini, Sacco 1, Klikovac, Parisi, Savoca

Roma Vis Nova: Bonito, Carrozza, Murro 1, Ferraro, Gallo, Iocchi Gratta, Spinelli, Maras 1, Parisi, Gobbi, De Vena 1, Rella, Vitola


RESCUE DAY

Rescue Day al CUS Unime

Il CUS Unime informa che il 24 mazro 2019, presso la Cittadella Sportiva Universitaria, si svolgerà il Rescue Day organizzato dalla Federazione Italiana Nuoto.

La sezione Salvamento della FIN, unico ente nazionale accreditato dalla Federazione Internazionale,da sempre impegnata nella divulgazione della cultura della sicurezza in acqua e nella formazione degli assistenti bagnanti per piscina, laghi, fiumi e mare, indice per i giorni 22, 23 e 24 marzo 2019, in concomitanza con la giornata mondiale dell'acuqa, su tutto il territorio nazionale il Rescue Day, un evento formativo capace di coniugare l'aggiornamento degli assistenti bagnanti con la diffusione della cultura della sicurezza in acqua.

Al CUS Unime il Rescue Day si svolgerà il 24 marzo. Orgni Assistente Bagnanti di Messina è invitato a contattare il Coordinatore Locale per qualsiasi informazione (Prof. Sergio Naccari - 393.2424001)  


Tre punti fondamentali

CUS Unime - Sergio Naccari

Il CUS torna davanti ai suoi tifosi contro la Roma Vis Nova. Naccari: vogliamo tre punti fondamentali

Dopo quasi un mese lontano da casa torna finalmente a giocare a Messina il Cus Unime che domani, con inizio alle ore 15.00, ospita alla Cittadella Sportiva Universitaria la Roma Vis Nova, compagine attualmente subito dietro gli universitari con due sole lunghezze di distacco.

All’andata a Roma finì 11-6 per i padroni di casa. Prima trasferta per il Cus Unime e prima sconfitta nel campionato di A2. Da allora, però, i gialloblu sono una squadra profondamente diversa. I ragazzi allenati da Mister Naccari hanno ormai superato l’emozione dei primi approcci ad un torneo cosi importante ed hanno trovato completezza e compattezza in ogni reparto dopo un naturale periodo di adattamento.

I romani, dal canto loro, arrivano a Messina con il duplice obiettivo di ritrovare la vittoria che manca ormai da qualche giornata (una sconfitta ed un pareggio negli ultimi due turni) e trovare punti pesanti che permettano alla squadra allenata da Calcaterra di superare nuovamente gli universitari in classifica ed agganciare il treno playoff che, in caso contrario, si allontanerebbe di qualche punto di troppo. Squadra composta da tante individualità importanti che ha fatto sino a questo momento della compattezza difensiva la sua forza (la Roma è la seconda miglior difesa del torneo di A2)

Alla Cittadella sarà certamente una bella battaglia. L’ultima davanti ai propri tifosi per il Cus Unime risale allo scorso 16 febbraio, con la vittoria per 11-7 ai danni della Cesport. E proprio da quella vittoria vuole riprendere il proprio percorso casalingo la formazione universitaria, pronta ad essere sostenuta come al solito da una bella cornice di pubblico.

“Giocheremo contro una squadra molto ostica che all’andata ha determinato la nostra prima sconfitta - questa l’analisi alla vigilia di Mister Naccari - la Vis Nova è dotata di grande fisicità, allenata dallo storico campione Alessandro Calcaterra e che vanta in rosa elementi dai nomi importanti come il mancino serbo Maras ed il centroboa Parisi. Noi ci siamo allenati bene e ci faremo certamente trovare pronti perché ci sono in palio punti pesantissimi: una vittoria ci permetterebbe di mettere un bel distacco sul discorso salvezza e dall’altro alto guardare con più concretezza alla qualificazione playoff, per noi ancora un sogno ma realisticamente alla nostra portata”.


Al via l'Interscolastico 2019

Torneo interscolastico 2019

Al via il Torneo Interscolastico organizzato dal Cus Unime. Terminata la prima settimana di partite

Anche per il 2019 ha preso il via il Torneo Interscolastico, il classico torneo scolastico organizzato dal CUS Unime e rivolto alle quarte e quinte classi degli istituti Scolastici superiori di Messina e Provincia.

Il torneo è stato aperto nei giorni scorsi dal calcio a 5 maschile, in attesa anche delle gare di volley (maschile e femminile) e di basket maschile, i cui inizi sono previsti per l’ultima settimana di marzo.

Terminata la prima settimana di partite dal calcio a 5 maschile arrivano già i primi verdetti, con tanti gol e soprattutto tanto divertimento tra i partecipanti.

Si è cominciato lunedì scorso (11 marzo) con il match inaugurale tenutosi al PalaNebiolo tra Minutoli (guidato dal Prof. Nicocia) ed Ignatianum (seguito dal Prof. Zappalà). Partita ricchissima di gol ed emozioni con la vittoria finale andata al Minutoli con il risultato di 12-6. In gol per la squadra vincente Di Amico, Brancato, Motta, doppietta per Birbiglia e Arria e cinquina per Cammarata; A segno per l’Ignatianum Fayer, Ferrari (doppietta) e Spinò (tre reti).    

Il secondo incontro di settimana è stato giocato a Barcellona, mercoledì 13 marzo, tra il Medi (guidato dal Prof. Biongo) ed il Fermi (Prof. Genovese). Partita combattuta sino alle ultime battute che si è conclusa con la vittoria di misura per 7-6 in favore dei padroni di casa. A segno per il Medi Sottile, Genovese, melone e 4 volte Garofalo; in gol per il Fermi Isgrò, De Pasquale e 2 volte Piccolo e Fazio.

Chiude la prima settimana di Interscolastico il match disputato ieri mattina (giovedì 14 marzo) a Patti tra Vittorio Emanuele (guidato dal Prof. Isgrò) e Sciascia di Sant’Agata di Militello (seguito dal Prof. Notaro). Al termine di un incontro spettacolare e ricco di gol ed emozioni ad avere la meglio sono stati i ragazzi dello Sciascia di Sant’Agata di Militello per 10-9. In gol per la squadra vincente Collura M., 2 volte Occhiusto, tripletta di Nicolosi e poker di reti per Collura E. A segno per i attesi Busacca, De Luca, doppietta per Corcia e Fagone e tris per Raffaele.

La prima fase del calcio a 5 maschile proseguirà con il match tra Maurolico-Galilei (previsto per lo scorso martedì 12 marzo ma rinviato) e quello tra il Caminiti-Trimarchi di Santa Teresa e l’ITS Antonello.

Spazio, a seguire, con i primi incontri del volley femminile e maschile. In campo femminile saranno in gara il Medi di Barcellona, il Vittorio Emanuele di Patti, lo Sciascia di Sant’Agata di Militello, il Caminiti-Trimarchi di Santa Teresa di Riva ed il Minutoli di Messina. In campo maschile, invece, toccherà a Minutoli di Messina, Caminiti-Trimarchi di Santa Teresa di Riva, Maurolico di Spadafora, Fermi e Medi di Barcellona e Vittorio Emanuele di Patti.

Infine toccherà al basket maschile, con i match tra le messinesi Maurolico ed Antonello, il Medi di Barcellona ed il Vittorio Emanuele di Patti.


IL CUS SEMPRE PIù IN ALTO

Ludovico Sacco - CUS Unime pallanuoto

Il CUS Unime comincia il ritorno con il piede giusto. Sabato a Messina arriva la Roma Vis Nova

Cosi come quello d’andata anche il girone di ritorno comincia con una vittoria per il Cus Unime che, seppur sofferta e sudata, ha regalato alla compagine universitaria altri 3 punti molto importanti per la graduatoria generale del campionato di A2. Una vittoria che vale tanto sia rivolgendo l’attenzione verso la parte bassa della classifica che guardando la graduatoria verso l’alto.

Se, infatti, la sofferta vittoria in casa del fanalino di coda Arechi Salerno ha permesso ai messinesi di allungare a +14 nei confronti delle quartultime della classe (Cesport e Crotone), il bottino conquistato nella dodicesima uscita stagionale hanno riavvicinato la truppa gialloblu al treno delle grandi. Con i 21 punti collezionati sino a questo momento ed in virtù dei risultati dell’ultimo turno i ragazzi allenati da mister Naccari sono lontani una sola lunghezza dalla Roma 2007 Arvalia, attuale quinta forza della Serie A2 (sconfitta in casa dal Latina sabato scorso), 3 punti dal Pescara (vittorioso di misura nell’ultimo turno contro la Cesport) e 4 punti da Telimar e Latina, appaiate in seconda posizione a quota 25 dietro la Rari Nantes Salerno (capolista solitaria 6 lunghezze più in avanti).

Una classifica, dunque, che prosegue nella sua linea di incertezza e ripetuti colpi di scena ma che continua a sorridere ai messinesi, presentatisi da matricola della Serie A2 ma che oggi si trovano a battagliare con le grandi, mantenendo un margine di grande sicurezza nei confronti dei bassifondi della classifica. E sabato prossimo alla cittadella arriva la Roma Vis Nova, subito dietro i gialloblu a quota 19 punti e che all’andata ha punito la formazione cussina con un severo 11-6.

Suona la carica per i suoi il romano Ludovico Sacco: “Siamo molto contenti del risultato di sabato scorso. È stata una partita molto dura come spesso accade in un campo difficile come Salerno; loro, inoltre, hanno cambiato allenatore ed hanno avuto anche queste due settimane di pausa per preparare al meglio l’incontro. Ma anche noi ci siamo fatti trovare pronti ed abbiamo portato a casa 3 punti importantissimi per chiudere il discorso salvezza. All’andata contro la Roma ci mancavano due elementi importanti che adesso si sono integrati al meglio con la squadra e ci daranno una grossa mano. In più abbiamo dalla nostra il fattore casa: davanti ai nostri tifosi siamo una squadra molto diversa e troveranno un campo molto ostico. Sarà come all’andata una partita molto fisica ma ci stiamo preparando molto bene per portare a casa 3 punti fondamentali per staccarli e proiettarci verso l’alto”.


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria

P.IVA 03286290832 - Cod. Fisc. 97111390833