News

Il CUS perde gara 1. A Messina il tutto per tutto

CUS Unime pallanuoto

Un bel CUS Unime sconfitto a Pescara. Mercoledi a Messina per ribaltare il risultato

comunicato stampa n° 119 del 10 giugno 2017

Pronostico confermato CUS Unime sconfitto a Pescara in gara 1 della finale playoff per la Serie A2. I messinesi escono dal Pala-Pallanuoto abruzzese a testa alta, superati dai padroni di casa con il finale di 10-8 al termine di un incontro duro e vibrante, giocato comunque molto bene dagli ospiti nonostante un arbitraggio ampiamente contestato: oltre ai tanti controfalli in attacco fischiati in sfavore dei cussini, i messinesi reclamano anche per un “presunto” terzo fallo grave addebitato a Namar che è costato l’allontanamento definitivo dal match dell’11 cussino in un momento fondamentale dell’incontro. Fatale per gli universitari è stato il secondo parziale di gioco, chiuso con tre reti di vantaggio dal Pescara, che vanifica l’ottimo lavoro fatto dal team peloritano durante l’arco di tutta la gara: il CUS, infatti, ha avuto il gran merito di scendere in acqua con grandissima grinta e determinazione, riuscendo ad intimorire gli avversari fino all’ultimo secondo di gioco; bravi anche i cussini a non arrendersi neanche quando, al cambio vasca, il risultato recitava 7-4 in loro sfavore.

Partita da subito bella e combattuta, con entrambe le squadre decise sin dalla prima palla in acqua a portarsi avanti nel risultato. Si portano avanti i padroni di casa con Di Nardo, ma subito dopo Cama, con una doppietta, porta i suoi sul 2-2. Prima di fine parziale, però, arriva il pari del Pescara siglato da Provenzano. È un gol che sblocca i padroni di casa che, nel secondo periodo di gioco, approfittano riescono a prendere il largo con un break di 3-0 (DI Nardo, Di Fulvio su rigore, ed ancora Di Fulvio) che risulterà decisivo per il risultato finale. Aiello riesce ad interrompere il digiuno degli universitari ma, immediatamente Provenzano riporta i suoi sul +3. Accorcia di nuovo Balaz ma, prima del cambio vasca, Provenzano allunga ancora. E sempre Provenzano riesce anche a siglare la rete del momentaneo +4 dei padroni di casa (8-4). Il CUS Unime, però, riprende in mano le redini del gioco e con grinta si riporta sotto, andando a segno per due volte consecutive con Aiello e De Francesco (8-6). C’è spazio ancora per una rete dei padroni di casa prima della terza sirena e la segna DI Fulvio per il momentaneo 9-6.

L’ultimo tempo succede di tutto, con i messinesi che non hanno nessuna intenzione di arrendersi. Provenzano allunga di nuovo sul +4, ma prima Cama e poi De Francesco riassottigliano il gap che separa le due formazioni. Poi, sul 10-8 e nel momento migliore degli ospiti, la giuria erroneamente addebita a Namar una terza espulsione – mentre sul giocatore gravavano solamente due falli gravi – e lo allontana dall’incontro. Nulla da fare nel finale per i cussini che subiscono un’amara sconfitta.

“Non posso recriminare nulla ai nostri ragazzi – commenta a caldo Sergio Naccari – ci siamo resi protagonisti di una bellissima partita, mettendo tantissima paura agli avversari fino alla sirena finale. Certo, sono amareggiato per l’arbitraggio: ci sono stati fischiati tantissimi controfalli in fase d’attacco che ci hanno impedito di giocare tante azioni ma, soprattutto, ancora non ci spieghiamo l’allontanamento definitivo di Namar nel quarto tempo, in un momento topico della partita. Proprio per questo abbiamo già presentato ricorso per errore tecnico. Detto questo, torniamo a Messina a testa alta: questa partita ci dà tantissima consapevolezza nei nostri mezzi. Ancora continuiamo a crederci fermamente e Mercoledi ci aspettiamo il pienone in tribuna per sostenerci in questa impresa”.

Adesso il tutto per tutto il CUS Unime se lo giocherà tra le mura amiche della cittadella sportiva universitaria: mercoledi 14 giugno, con inizio alle ore 19.00, sarà l’attesissima gara 2 a decidere le sorti di questi playoff per i messinesi e rimandare tutto alla “bella” il 24 giugno. Servirà, dunque, il supporto di tutti gli appassionati messinesi per spingere il team universitario verso l’impresa.

Pescara Nuoto e Pallanuoto – CUS Unime 10-8 (2-2, 5-2, 2-2, 1-2)
Pescara: Mambella, Di Nardo, Micheletti, Di Fulvio, Prosperi, Magnate, Giordano, Provenzano, Di Fonzo, D’Aloisio, Ruscitti, Riccitelli, Fesso.
CUS Unime: La Tona, Rapapzzo, Mariani, De Francesco, Arcovito, Blandino, Lanfranchi, Aiello, Namar, Naccari F., Naccari A., Balaz, Cama.

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961


Al via i CNU 2017 per il CUS Unime

CNU Catania 2017

 

Al via i CNU 2017 di Catania per il CUS Unime

comunicato stampa n° 118 del 9 giugno 2017

Inizia l’avventura del CUS Unime alla settantunesima edizione dei Campionati Nazionali Universitari Primaverili in programma a Catania del 9 al 18 giugno. All’importante kermesse nazionale, indetta dal Centro Universitario Sportivo Italiano in collaborazione con i Centri Universitari Sportivi territoriali e le Federazioni Sportive Nazionali, il CUS Unime parteciperà con 27 atleti - tutti studenti universitari dell’Ateneo di Messina e tesserati al CUS - che gareggeranno in 10 discipline. Questi gli atleti del CUS Unime impegnati a Catania. Per l’atletica leggera gareggeranno Roberta Abate (5000 metri), Gabriele Crisafulli (salto in lungo), Simona Mangano (lancio del disco), Marco Popone (100 e 200 metri) e Vincenzo Messina (800 e 1500 metri). Nel judo - settore nel quale sono tante le speranze di arrivare a medaglie importanti - Carolina Costa, Francesca Findarò, Lorenzo Rigano, Marco Villafane. Tante speranze sono riposte anche nel karate e nella lotta, con le gare di Anna Bellomia, Martina Castagna, Vincenza Caridi, Federica Nucifora, Alessandra Pollicino, Rossella Zoccali, Carmelo Polimeni (nel karate) e Vincenzo Iannolino (nella lotta). Per il pugilato il CUS Unime parteciperà con Carmelo Calabrò, anche lui in odore di medaglia. In gara nella scherma Gabriella Rizzo (spada) e Ludovica La Pedalina (fioretto). Nel taekwondo gareggeranno Alberto Crisafulli e Federica Sciacca. Alberto Caratozzolo e Andrea Viceconte saranno impegnati nel tennis con la concreta possibilità di arrivare a medaglia. Infine per Paolo Riccobene parteciperà nelle gare di tiro a segno mentre Ganpiero Alibrandi e Giovanni Cicceri gareggeranno nel tiro a volo. Primo impegno per il CUS Unime previsto nel pomeriggio di venerdì 9 giugno, quando il pugile Carmelo Calabrò aprirà la manifestazione per il CUS Unime nel primo incontro di qualificazione alle fasi finali. Da sabato, invece, le gare di qualificazione del judo e le finali di lotta. Da lunedì, infine, al via tutta la restante attività dei messinesi.

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961


Vigilia di Playoff per il CUS Unime

CUS Unime pallanuoto
Vigilia di gara 1 play-off per il CUS Unime atteso dal Pescara comunicato stampa n° 117 del 9 giugno 2017 Tutto pronto in casa CUS Unime per la tanto attesa gara 1 dei playoff promozione per la Serie A2 in casa del Pescara Nuoto e Pallanuoto. Una gara tanto affascinante quanto complicata per gli universitari, attesi da una squadra in buonissima condizione e di altissimo valore. L’avversario dei messinesi, infatti, è un’autentica corazzata, una società di altissimo livello che nel corso della sua storia ha conquistato anche svariati scudetti ed ormai da diversi anni occupa i piani altissimi della cadetteria. In questa stagione ha collezionato ben 15 vittorie su 18 partite di campionato, alle quali si aggiungono 1 pareggio (il 25 febbraio contro la Cesport Italia per 8-8) e due sconfitte contro la "bestia nera” Rari Nantes Napoli, l’unico team a fermare la regina del girone 3 sia all’andata (per la prima di campionato a Napoli) che al ritorno (il 25 marzo a Pescara per 8-5). Punto di forza dei pescaresi, senza dubbio, è la fase offensiva: la squadra abruzzese, infatti, nella regular season è andata ben 217 volte a segno, seconda in questa particolare graduatoria solamente alla Pallanuoto Como che, nel girone 2, ne ha realizzate 219. Nel complesso si tratta di un forte collettivo composto da giovani molto interessanti e da giocatori di buona esperienza abituati ad affrontare sfide di un certo livello. Tra questi spicca, senza ombra di dubbio, il forte attaccante Carlo Di Fulvio, giocatore di grande spessore con un passato in Serie A1 e che vanta anche diversi campionati all’estero; ma non da meno sono anche il centroboa Giordano ed il mancino D’Aloisio, pezzi pregiati di un collettivo di assoluto livello. Dal canto loro gli universitari non vedono l’ora di scendere in acqua. La Tona e compagni si trovano in un ottimo stato di forma e stanno preparando minuziosamente l’incontro di sabato. Tutti a disposizione per mister Sergio Naccari, che predica attenzione e carica i suoi: “A Pescara troveremo sicuramente un ambiente molto caldo, con il pubblico abruzzese che attende con ansia il ritorno della propria squadra nelle serie maggiori. Noi ci stiamo allenando serenamente e con molta concentrazione. Forse non abbiamo il pronostico a nostro favore, ma certamente i ragazzi hanno tantissima voglia di stupire” Appuntamento per gara 1, dunque, previsto a Pescara per sabato 10 giugno, con inizio dell’incontro alle 15:00. Il tanto atteso ritorno, invece, si giocherà mercoledì 14 giugno, con inizio alle 19:00, alla cittadella sportiva universitaria. Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961

Il CUS Unime alla resa dei conti

CUS Unime - Sergio Naccari

Il CUS Unime alla resa dei conti. Naccari: “Vogliamo raggiungere il traguardo”

comunicato stampa n° 116 del 5 giugno 2017

Obiettivo playoff centrato, adesso il gioco si fa duro. Anche in quest'annata il CUS Unime corona una stagione da protagonista raggiungendo, per il secondo anno consecutivo, gli ambiti playoff promozione per la Serie A2. Un obiettivo importante raggiunto al termine di un ottimo girone come confermato da numeri da capogiro. 44 punti all’attivo per i messinesi su 18 giornate di campionato, frutto di ben 14 vittorie, 2 sconfitte - una a sorpresa in casa della RN Auditore lo scorso 4 febbraio con il finale di 8-6, l’altra il 1 aprile in casa della prima del girone 4 del torneo cadetto, la Waterpolo Catania, per 11-8 - e due pareggi esterni (con Basilicata Nuoto 2000 e Polisportiva Acese), giunti in entrambi i casi quando Arcovito e compagni avevano già conquistato il matematico passaggio ai playoff. Risultati raggiunti grazie anche ad un attacco ed una difesa tra le migliori di tutti e 4 i gironi della Serie B. Se in fase offensiva i messinesi, arrivati a quota 192 reti segnate, si attestano tra le migliori squadre di tutto il torneo, è la fase difensiva il punto di forza dei cussini: con sole 106 reti al passivo, infatti, i ragazzi allenati da Sergio Naccari risultano essere la terza difesa di tutta la Serie B, dietro solamente a Cesport Napoli e Como Nuoto.

I numeri, dunque, testimoniano una stagione da incorniciare. Attenzione, però, all’insidia dei playoff - partite da dentro/fuori nelle quali contano tantissimo il fattore emotivo e lo stato di forma - ed all’avversaria del CUS, il Pescara Nuoto e Pallanuoto, team che ha fatto un percorso simile a quello degli universitari e che arriva all’ultimo atto del campionato in condizioni eccellenti.
Dello stesso avviso è il tecnico cussino Sergio Naccari, che, analizzando il prossimo impegno dei suoi, predica moltissima attenzione: “Sembra sia soltanto ieri quando abbiamo disputato i nostri primi playoff; eppure è trascorsa già un’intera stagione, un’annata strepitosa culminata con la ciliegina sulla torta dei playoff per il secondo anno consecutivo. Non è mai semplice confermarsi sui livelli della stagione precedente, soprattutto se si è fatto molto bene come abbiamo fatto noi; eppure siamo riusciti a ripeterci e di questo siamo tutti veramente molto orgogliosi. Stiamo seguendo un percorso ben preciso che ci ha permesso di raggiungere in tre stagioni un quarto posto e due finali playoff. Nota di merito, dunque, che devo rivolgere alla nostra società, che sta programmando in maniera molto seria ed oculata ed i risultati già sono evidenti, non solo per la prima squadra ma anche in ambito di giovanili. Un plauso, inoltre, devo farlo a tutti i giocatori locali che nel corso di questi anni hanno dimostrato grande attaccamento al CUS Unime mettendosi a completa disposizione del nostro progetto, ai quali si aggiungono campioni del calibro di Antonio Vittorioso o di Samuel Balaz che nel corso di questi anni ho avuto il piacere di allenare. Rispetto allo scorso anno è cambiato tanto: in primis sono cambiate alcune pedine importanti in acqua; è cambiato anche l’avversario che, tra altro, avrà dalla propria parte il vantaggio dell’eventuale “bella” in casa propria. CI troveremo di fronte una squadra veramente forte: ho visto giocare il Pescara a Napoli nello scontro diretto contro la Cesport e si tratta di un gruppo completo in ogni reparto e dotato di grandi individualità, diretto egregiamente dal tecnico Mammarella. Noi, dal canto nostro siamo pronti: è una di quelle partite che tutti aspettano e sognano di giocare a prescindere dalla categoria. Il vantaggio di raggiungere con qualche settimana di anticipo la qualificazione ci ha permesso di lavorare con più serenità, prepararci 
fisicamente e lavorare sugli errori commessi nella scorsa stagione. Sarà fondamentale approcciare al meglio già in gara 1 a Pescara, provando ad approfittare di un’eventuale “stress psicologico" dei padroni di casa dovuto al fattore campo. Siamo consapevoli dei nostri mezzi ed adesso siamo pronti: siamo stati bravi e fortunati a ripeterci per il secondo anno consecutivo; ora vogliamo raggiungere il traguardo e dare questa bella soddisfazione al nostro Presidente ed a tutta la Messina che in questi anni ci ha supportato”.

Appuntamento per il CUS Unime in gara 1 previsto a Pescara sabato 10 giugno. Il ritorno si giocherà a Messina mercoledì 14 giugno, alle ore 19:00, presso la Cittadella Sportiva Universitaria. 

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961 


Il CUS Unime non si ferma più

CUS Unime Baseball



Il CUS Unime non si ferma più. Superato in trasferta l’Alì

comunicato stampa n° 115 del 31 maggio 2017 

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il CUS Unime vince anche il big match della quinta giornata del campionato di Serie C di baseball e fa cinque su cinque, chiudendo da imbattuto il girone d’andata del torneo e consolidando il proprio primato in classifica.
Il team universitario con un 17-10 finale supera a domicilio la Polisportiva Alì Terme, aggiudicandosi un’autentica maratona durata oltre 4 ore che alla fine ha visto prevalere la formazione universitaria grazie, soprattutto, ad un ottavo inning da incorniciare durante il quale ha collezionato ben 10 punti che hanno letteralmente spezzato in due l’incontro indirizzandolo verso l definitiva vittoria degli sopiti.

Iniziano bene i padroni di casa che, approfittando di una titubante fase difensiva degli ospiti, riescono a conquistare 3 punti mentre lasciano a secco i cussini in fase d’attacco. Dopo altri due inning durante i quali le due squadre si annullano a vicenda, dal quarto periodo di gioco in poi poco alla volta gli universitari ricuciono lo strappo fino ad arrivare alla parità (6-6) a fine del settimo inning. L’ottavo è il big inning per gli ospiti: con una lunga serie di battute valide i cussini infilano 10 punti (ottime prestazioni in battuta per Irrera M. Romano e Saccà che realizzano tre valide ciascuno, e per Grasso e Grillo) che affossano la formazione di casa, capace di arrivare a casa base solo 3 volte, scavando un solco di ben 7 lunghezze irrecuperabile per l’Alì nel nono inning e che vale la vittoria finale del CUS Unime.
Questa la formazione cussina: Sulfaro lanciatore, Biondo ricevitore, Grillo prima base, Irrera M. seconda base, Romano interbase, Galletta terza base; in campo esterno da sinistra a destra Grasso, Mento ed Irrera A. Battitore designato Saccà.
Adesso il calendario ha previsto una settimana di stop, utile alla capolista per recuperare le forze ed affrontare nel migliore dei modi l’inizio del girone di ritorno, previsto l’11 giugno in trasferta sul campo della Randazzese. 

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961